Avviso 8, per Marcello Greco i corsi non partiranno mai

ARS

01-06-2017 -

La dichiarazione dell’on Marcello Greco, riferita ai corsi dell’Avviso 8 che non partiranno mai, adesso non può restare sulla carta come una dichiarazione da interpretare o come una provocazione,  o come un attacco politico.

Ricordiamo che in ballo c’è l’attesa e la speranza di migliaia di persone, derubate del proprio posto di lavoro, da questo governo regionale, incapace di fare partire i corsi della formazione professionale.

Mentre parte l’opera dei pupi della campagna elettorale adesso invitiamo la politica siciliana uscente ad avere un sussulto di dignità smascherando con i fatti e le prove coloro che hanno distrutto economicamente migliaia di famiglie siciliane. 


Il presidente della commissione Cultura all’Ars, Marcello Greco, nel corso di una chiaccherata con alcuni  lavoratori della formazione professionale, sul piazzale antistante Palazzo dei Normanni, ha affermato: “L’Avviso 8 non partirà mai.

E rincarando la dose ha ribadito nulla partirà”. In bilico, secondo Marcello Greco ci sarebbe il finanziamento da 136 milioni di euro per i corsi.

Inoltre  il deputato ha attaccato apertamente l’assessore del Pd, fino a oggi un “alleato” del suo partito. Secondo Greco, infatti, l’assessore alla Formazione Bruno Marziano avrebbe fatto “il gioco delle tre carte. Marziano se vuole fare la campagna elettorale in questo modo, ha perso in partenza – ha rincarato il parlamentare regionale – perché non partirà l’Avviso 8, non partirà nulla. Di tutto quello che riguarda la Formazione, lo garantisco, non partirà nulla – ha ribadito Greco – quindi chi ha preso i soldi, li ha persi. Con la testa che loro si ritrovano, non partirà nulla.

Proprio nella giornata di ieri a margine della firma del protocollo d'Intesa per l'applicazione delle norme in materia di accreditamento, lavoro, previdenza ed assistenza sociale da parte degli enti di formazione, tra il Comando dei Carabinieri per la Tutela del Lavoro e l'Assessorato Regionale della Pubblica Istruzione e dell'istruzione Professionale, unitamente all'Assessorato Regionale per la Famiglia, le Politiche Sociali e del Lavoro, l'assessore Bruno Marziano dichiarava: 

"La firma di questo protocollo d'intesa, che abbiamo fortemente voluto, rappresenta uno strumento a tutela del lavoratori del settore della Formazione professionale, dei giovani che frequenteranno i corsi, ma anche degli Enti di Formazione che operano nel piano rispetto dalle regole. L'accordo con il comando dei Carabinieri preposti a tali controlli è a garanzia di tutti, proprio perché serve a prevenire ogni mancato rispetto delle norme e favorire il massimo della trasparenza in ogni fase. Abbiamo sempre cercato il confronto tra tutte le parti interessate, dagli enti ai sindacati, proprio perché convinti che, per risanare e rilanciare il settore della formazione professionale in Sicilia, ciascuno deve svolgere positivamente e correttamente il proprio ruolo ed i controlli sono indispensabili a far sì che nessuno possa operare utilizzando scorciatoie a svantaggio degli altri."

 

  • Visite: 4704