Avviso 8 tappa riforma formazione


Avviso 8 tappa riforma formazione


”L’Avviso 8 è una tappa del percorso  di riforma della formazione professionale che da circa 18 mesi si sta  portando avanti. L’obiettivo è incrementare l’occupazione e innalzare  il livello di istruzione dei nostri lavoratori”. A dirlo è stato  l’assessore alla Formazione professionale della Regione siciliana,  Bruno Marziano, durante una conferenza stampa convocata con il  governatore Rosario Crocetta per fare il punto sulla graduatoria e  sull’avvio dei nuovi corsi di formazione.   Venerdì sarà pubblicato in gazzetta il comunicato che avvia ufficialmente la tempistica di  attuazione dello stesso Avviso 8.

Destinatori sono persone in età  lavorativa tra i 18 e i 65 anni, persone in cerca di occupazione,  disoccupati e disoccupati di lunga durata residenti in Sicilia. I  settori strategici sono agricoltura e pesca agroalimentare, energie  rinnovabili, tecnologie dell’informazione e della comunicazione,  settore lapideo, servizi socio-assistenziali e turismo. Da lunedì 30  giugno gli enti avranno 30 giorni per la presentazione dei progetti  esecutivi per l’avvio delle attività.

”La graduatoria definitiva,  che abbiamo alla Procura, ai carabinieri e alla Guardia di finanza –  ha spiegato l’assessore – è il frutto per la maggior parte delle  autodichiarazioni degli enti e dell’attribuzione di un punteggio  discrezionale basato sulla valutazione della qualità dei progetti”.  Le Fiamme gialle procederanno ai controlli di legittima sulla base di  un protocollo stipulato con la Regione, mentre il nucleo carabinieri  di supporto agli ispettorati del lavoro si occuperà della verifica dei requisiti e del rispetto delle norme contrattuali e previdenziali e  del rispetto delle regole di accreditamento. Tra i temi all’attenzione del governo c’è quello dei prepensionamenti, sulla base della norma  nazionale che introduce l’anticipo pensionistico (Ape).

”Il governo – ha puntualizzato l’assessore –  si farà carico del  prepensionamento per i settori in crisi e per quelli in cui sono  esauriti gli ammortizzatori sociali. Pensiamo a circa 2.500 lavoratori sugli 8.250 della formazione professionale”. Sul fronte dell’obbligo  formativo, l’assessore Marziano ha ricordato gli obiettivi raggiunti  con gli Avvisi 4 e 7. ”Si è recuperato l’anno scolastico 2015-2016 –  ha detto – e si sono avviati 567 corsi delle annualità seconda, terza  e quarta e con i primi anni e il sistema duale si sono avviati altri  318 corsi. Complessivamente 985 classi con la presenza di circa 15mila giovani recuperati dalla dispersione scolastica. Nel 2015 sono stati  fatti pagamenti per 121 milioni 335mila euro, mentre nel 2016 per  quasi 46 milioni di euro. Al tempo stesso – ha concluso l’assessore –  è stata chiusa la rendicontazione 2007-2013 con più di 4mila  rendiconti che giacevano nelle stanze della Regione e degli enti”.          (Loc/Adnkronos)

  • Visite: 1706