Comunicati stampa di Greco e Figuccia, replica di Crocetta ma soluzioni ancora lontane

17-12-2016  Esplode una nuova polemica, questa volta sui 1.700 ex sportellisti, lavoratori del mondo della formazione esperti in politiche del lavoro ma da anni senza un contratto.

Questo il comunicato stampa dell'on Marcello Greco:

 

 

 

"Profondamente rammaricato vi comunico che il Presidente Crocetta e la sua Giunta di Governo ancora una volta non ha accettato le proposte fatte dal sottoscritto e dai gruppi parlamentari Sicilia Futura e PSI in ordine alla vertenza sugli Operatori Ex-Sportelli Multifunzionali.La bozza di bilancio preventivo presentata stasera in Giunta, nulla prevede in merito ai 35 mln, che ieri durante le sedute con i gruppi parlamentari, il Presidente Crocetta aveva annunciato di inserire. Il Presidente Crocetta e il suo Governo perseverano nel dimostrare una totale insensibilità verso questa categoria di lavoratori, dirottando le risorse di cui sopra verso altri obiettivi.
Non ci arrendiamo e continueremo in aula con determinazione a difendere il diritto al lavoro di questa categoria, che rispetto a tutte le altre sembra essere stata segnata per essere distrutta.
Come da impegno giá annunciato, qualora non riuscissimo a risolvere la problematica con gli strumenti previsti dalle leggi e dal regolamento parlamentare, continuando ad oppormi, non sosterrò il bilancio di questo Governo".

Anche il deputato di Forza italia, Vincenzo Figuccia, ha attaccato il governo regionale sostenendo che «fino a due giorni fa il governatore aveva garantito un accordo con la sua maggioranza per un progetto semestrale ma ora si è rimangiato tutto».

Crocetta ha però replicato: «Stiamo predisponendo un progetto per l'occupazione biennale di tutti i lavoratori degli ex sportelli multifunzionali che si articolerà in due tranche. La prima partirà immediatamente con un impegno spesa di 35 milioni, checopriranno6mesi di lavoro». Il presidente chiarisce però che «la legge troverà posto all'interno della legge finanziaria», che sarà approvata nei primi mesi del 2017.

  • Visite: 882