Comunicato FLC CGIL CISL Scuola UIL Scuola Liste di mobilità ex art. 6 della L. 223/91

15-09-2016   Comunicato FLC CGIL CISL Scuola UIL Scuola Liste di mobilità ex art. 6 della L. 223/91

Sono pervenute a queste organizzazioni sindacali numerose richieste di lavoratori e di altri soggetti che osservano il Decreto di mobilità n. 93374 del 28/07/2016 per l’ente IAL Sicilia. Il decreto in questione, pubblicato sul web e diffuso anche sui social media da persone che lo hanno commentato, autorizza l'iscrizione nelle liste di mobilità regionale a seguito della definizionedelle procedure di licenziamento collettivo ex artt. 4 e 24 della legge 223/91. La domanda posta dai lavoratori di altri enti sottoposti alle medesime procedure, ed a seguito di queste licenziati, tende a conoscere se i lavoratori dello IAL siano stati privilegiati e quali benefici porti l'iscrizione nelle liste di mobilità ex legge 223/91. È utile premettere che sino tutto il 2013 chi disponeva l'iscrizione nelle liste era il Dipartimento Regionale del Lavoro previa delibera della Commissione Regionale per l'Impiego (CRI), che riceveva i documenti dagli Uffici Regionali e Provinciali del Lavoro. Allora la delibera della CRI, di cui erano componenti anche le OO SS maggiormente rappresentative, era sufficiente per l'iscrizione nelle liste. Dal febbraio del 2014, tuttavia, essendo stata decentrata la procedura, l'iscrizione viene autorizzata dai Servizi “Centro per l'Impiego” competenti.La decretazione interviene a conclusione della procedura avviata dal datore di lavoro ai sensi degli articoli 4 e 24 della legge 223/91, definita – in accordo o in mancato accordo - in sede aziendale o in sede pubblica. È il datore di lavoro che deposita l'elenco dei lavoratori licenziati e ne chiede l'iscrizione nelle liste ai sensi dell'art. 6 della legge 223/91. Infatti, il Servizio Centro per l'Impiego di Palermo ha emanato provvedimenti di iscrizione anche per altri enti; ne riportiamo alcuni, a mero titolo esemplificativo: Ecap di Palermo (DDS n. 1238 del 24/03/2015), Enfap Comitato Regionale Sicilia (DDS n. 656 del 16/02/2015). Riteniamo, dalle interlocuzioni avute con gli Uffici e con i nostri territoriali, che anche gli altri Servizi CPI abbiano operato altrettanto, nel rispetto della legge. Pertanto, chiunque sia stato sottoposto alla procedura e abbia interesse ad assumere informazioni circa l'iscrizione nelle liste, potrà rivolgersi all'ex datore di lavoro e al Servizio Centro per l'Impiego territorialmente competente. L'iscrizione nelle liste non comporta l'automatica certezza della percezione dell'indennità di mobilità come di ogni altro beneficio previsto dalla legge, perché la valutazione del possesso dei requisiti è assegnata all'INPS alla luce della normativa introdotta dal Jobs Act sugli ammortizzatori sociali; le liste di mobilità in questione sono comunque abrogate a far data dal 1° gennaio 2017 dalle norme di riforma degli ammortizzatori sociali. Se i lavoratori licenziati avessero notizia di mancato completamento delle procedure da parte dei loro ex datori di lavoro, dovranno sollecitare questi ultimi nei modi e nelle forme previste dalla legge. Tanto per la corretta informazione. FLC CGIL CISL Scuola UIL Scuola G. Lo Cicero G. Migliore A. Panzica

  • Visite: 1491