Cisl "Regione mette insieme Piano Giovani e Garanzia Giovani, si rischia il flop di tutte le misure e la perdita dei posti di lavoro per i circa 1800 sportellisti”

COMUNICATO STAMPA
Cisl "Regione mette insieme Piano Giovani e Garanzia Giovani, si rischia il flop di tutte le misure e la perdita dei posti di lavoro per i circa 1800 sportellisti”
“Dalla lettura del nuovo avviso pubblico sui tirocini formativi nel quale la Regione mette insieme il Piano giovani Giovani Sicilia e il Piano garanzia giovani Italia pubblicato stamani, le modalità di candidatura dei giovani sono slegate dalle azioni relative al progetto affidato al Ciapi di Priolo, che vedranno impegnati gli ex operatori degli sportelli multifunzionali. Si tratta dell’ennesimo atto di improvvisazione della Dirigente generale del Dipartimento regionale del Lavoro e del governo che, di fatto, annulla e sostituisce~ il bando del Piano Giovani e pubblica l’Avviso 1 in materia di tirocini formativi aggiungendo le risorse di Garanzia Giovani ministeriali, correndo il rischio di far saltare tutte le misure e causare la perdita dei posti per  i circa 1800 lavoratori”. A denunciarlo è Giovanni Migliore responsabile Formazione Cisl Scuola. “Il bando, infatti, dà centralità ai Servizi Centri per l’Impiego della Sicilia non tenendo conto degli operatori dei Servizi Formativi, riqualificati ed in attesa di operare presso il Ciapi di Priolo proprio sulle azioni della Garanzia Giovani. Invece, quindi, di dare priorità alla strutturazione dei Servizi per il Lavoro in Sicilia così da farli diventare il perno delle azioni di formazione, apprendistato, tirocini e inserimento lavorativo per giovani e disoccupati, l’amministrazione regionale continua ad operare in modo scollegato ed improvvisato recando danno all’utenza e mettendo, per l’ennesima volta in secondo piano i lavoratori della filiera dei servizi formativi". Migliore conclude "lo ribadiamo, siamo stanchi di questi atti improvvisati che mostrano incompetenza degli uffici regionali, chiediamo subito un intervento del governo”.
  • Visite: 1933