La protesta dei lavoratori degli ex sportelli multifunzionali all’ARS

Un gruppo di lavoratori degli ex sportelli multifunzionali, esperti in politiche attive del lavoro sono in stato di agitazione permanente nell'aula della V commissione.

 

Dopo aver esposto, ai rappresentanti politici presenti, la drammaticità dovuta alla perdita del loro posto di lavoro, la mancata applicazione della legge 24/76 e l'interruzione di pubblico servizio, la discussione ha preso note animate e a tratti anche drammatica.

Parliamo di, lavoratori licenziati con media di 30 anni di servizio, passati da contratti a tempo indeterminato a precari e infine licenziati.

I lavoratori chiedono a gran voce ed auspicano, una costruttiva e reale volontà che passi attraverso il riconoscimento della centralità della loro professionalità, una soluzione per uscire in modo definitivo dall' instabilità' sociale nella quale sono stati cacciati.

Presenti alla riunione, oltre un nutrito numero di lavoratori, gli onorevoli: Marcello Greco, Maggio, Falcone, Figuccia, Lanteri, Panariello, Lo Sciuto, Riggio, Cancellieri, Zafferano, Zito.

Oggi in V commissione era  prevista una seduta per discutere tra l' altro della situazione degli operatori ex sportelli multifunzionali e dell'avviso 6 che di fatto lascia per strada tutti i lavoratori licenziati e parte dei lavoratori che ancora hanno un rapporto di lavoro con l'ente.

L'assessore Lo Bello si è presentata, anche Lei invitata per parlare di interventi, ma al solito l'assessore Caruso non si è presentato.

  • Visite: 1272