Audizione dell'Assessore regionale per l'istruzione e la formazione professionale in merito alle iniziative che il Governo intende intraprendere in materia di Piano formativo.

Seduta n. 247 del 19.05.15 XVI Legislatura
La seduta inizia alle ore 13:31.
Il  PRESIDENTE  dichiara aperta la  seduta  e  passa  alla trattazione   del  primo  punto  all'ordine  del   giorno, recante     Audizione    dell'Assessore   regionale    per l'istruzione e la formazione professionale in merito  alle iniziative   che  il  Governo  intende  intraprendere   in materia di Piano formativo .

Il PRESIDENTE dà la parola all'Assessore Lo Bello.

La  sig.ra  LO  BELLO,  assessore per  l'istruzione  e  la formazione professionale, in via preliminare comunica  che è  stata  adottata  una  sentenza da  parte  dell'autorità giudiziaria  che  ha costretto a rivedere il  procedimento per  addivenire  all'accreditamento.

Infatti  in  passato l'accreditamento      avveniva      con      provvedimento dell'Assessore,  mentre secondo la  sentenza  occorre  che l'adozione  dell'atto avvenga nella forma del decreto  del Presidente  della Regione previo parere del  Consiglio  di Giustizia  Amministrativa per la Regione  siciliana.

Tale decisione giudiziaria ha reso necessario anche il  recente aggiustamento  tecnico-normativo in  materia  di  adozione degli   atti.   Conseguentemente,  per   quanto   concerne l'accreditamento, non è stato possibile utilizzare né  gli atti  risalenti  al  2013  né  altri  atti  oggetto  della sentenza  essendosi salvati solo quelli relativi al  2006. 

In   virtù  di  tutto  quanto  appena  esposto   è   stato necessario  ripartire  da capo con le  procedure.

Servirà circa  un mese e mezzo per ripetere l'iter amministrativo. Indica   quale  obiettivo  del  settore  della  formazione professionale  l'attenzione alla  persona  e  innanzitutto agli  utenti della formazione.

Rammenta che già in passato quando  si  è discusso innumerevoli volte del  numero  dei dipendenti  si è visto come 8.000 addetti siano  eccessivi rispetto   alle   risorse  disponibili  e  al   fabbisogno formativo,  nonché  nel raffronto con  le  altre  Regioni. Pone  l'attenzione  su  due  settori  rappresentati  dalla formazione  per  gli  anziani e dalla formazione  per  gli immigrati.

Per  quanto riguarda gli anziani  ritiene  che occorra  divulgare la conoscenza ai cittadini della  terza età  delle nuove tecnologie come l'uso del tablet e  degli altri  strumenti informatici. Infatti nella nostra società nella  quale  manca  il lavoro, la formazione  può  essere diretta  alle  fasce più anziane le quali vanno  poste  in condizione di vivere adeguatamente in una società  che  si evolve.  Per quanto attiene agli immigrati occorrerà  loro insegnare  innanzitutto la lingua italiana  nonché  alcune nozioni  di diritto per potere vivere nella nostra società secondo  le  regole  comuni. In  tali  attività  formative potranno  essere  utilizzate alcune  migliaia  di  persone come docenti.

L'on.   LO   SCIUTO   chiede  notizie   in   ordine   alla programmazione futura dopo l'imminente scadenza  del  mese di giugno.

L'assessore  LO BELLO spiega che il passaggio dalla  terza annualità   dell'Avviso  20  alla   nuova   programmazione avverrà  in  modo  armonioso e  senza  traumi  secondo  le procedure che vedono innanzitutto l'accreditamento  e  poi l'avviso  con  il relativo bando. Illustra le  prospettive per  l'avvenire della formazione professionale che nascerà  anche  attraverso la riforma che prevede l'istituzione  di  un'apposita  agenzia, fermo restando che  coloro  che  non risultano  più  impiegati  presso  un  ente  difficilmente potranno rientrare in un settore che non può aumentare  le risorse.  Ribadisce l'importanza, manifestata  più  volte, della mobilità orizzontale.

L'on.  CIANCIO chiede chiarimenti intorno alla  diffusione di notizie riguardanti nuove assunzioni fuori dall'albo.

L'assessore  LO  BELLO rassicura in merito alla  vigilanza che   sarà   prestata  dall'Assessorato  e  dal   Governo. Riassume  i problemi inerenti le rendicontazioni.  Avverte che  la  Regione siciliana, al pari di altre due  Regioni, ha  impugnato  la norma nazionale che ha ridotto  i  fondi PAC.  Annuncia che ha convocato per martedì  prossimo  una riunione  con tutte le altre Regioni italiane destinatarie dei fondi PAC.

L'on.  LO  SCIUTO  chiede  notizie  intorno  alla  ripresa dell'attività da parte del CEFOP.

L'assessore  LO  BELLO precisa che potrà fornire  maggiori indicazioni dopo la fine del corrente mese di maggio.

L'on.  PANARELLO chiede chiarimenti intorno  alle  risorse disponibili.

Anche  l'onorevole  CIANCIO  è interessata  alla  medesima questione posta dall'onorevole Panarello.

L'assessore  LO  BELLO  illustra  le  diverse   fonti   di finanziamento   e  le  diverse  disponibilità   per   ogni annualità  chiarendo  alcuni punti su  cui  la  stampa  ha equivocato.  Puntualizza che si tratta di 155  milioni  di euro per sette annualità per il P.O. della formazione.

L'on. PANARELLO domanda maggiori dettagli sugli esuberi.

L'assessore  LO  BELLO  precisa che  l'amministrazione  ha rapporti  con  gli  enti e non già con  i  lavoratori  che formalmente  non  hanno  alcun legame  con  l'Assessorato.

Pertanto,  non risulta possibile effettuare stime  precise pur essendo consapevoli che vi saranno alcune migliaia  di posti in meno disponibili.

Passando ad altra questione  si dice   delusa,   stupita  e  amareggiata  delle   critiche ricevute  e  dei  ricorsi  promossi  da  parte  di  alcuni soggetti  contro  una misura inerente  gli  ammortizzatori sociali  adottata  dal suo Assessorato  poco  prima  della sospensione  di cassa dovuta alla sessione di  bilancio  e alla  chiusura  dell'esercizio  finanziario  la  quale  ha avuto  una  parziale attuazione per undici utenti  e  avrà prosecuzione  per  tutti  gli altri  soggetti  interessati nell'immeditato avvenire.

L'on.  Giovanni  GRECO ritiene che quest'ultima  questione posta dall'Assessore sollevi interrogativi.

L'on. LO SCIUTO invita a prestare massima attenzione  alla rendicontazione.

L'assessore  LO  BELLO rassicura sull'assoluta  efficienza con  cui  l'amministrazione sta seguendo la vicenda  della rendicontazione.

L'on. PANARELLO invita l'Assessore a ricercare presso  gli uffici  gli  elenchi dei lavoratori per poter  ricostruire con   esattezza   i  numeri  di  potenziali   occupati   e disoccupati  nel  settore.

Dà  notizia  degli  esiti   di un'impugnativa inerente il CIAPI.

Il  PRESIDENTE,  dopo  l'ampio ed approfondito  dibattito, non  avendo altri chiesto di parlare, dichiara  chiusa  la discussione sul primo punto all'ordine del giorno.

Indi  il PRESIDENTE dà lettura delle note predisposte onde dare  seguito  al  mandato ricevuto dalla Commissione  nel corso  della  seduta  n. 245 di martedì  12  maggio  2015.

Aggiunge che una delle note è destinata agli Assessori  S. B.  Caruso  ed  E.  Leotta in ordine al  raccordo  con  la Commissione  per  l'esame  dei disegni  di  legge,  mentre l'altra  nota è rivolta agli onorevoli colleghi Commissari in    merito    ad   alcune   valutazioni   da    compiere collegialmente sulla procedura legislativa.

Il  PRESIDENTE,  non  avendo  altri  chiesto  di  parlare, essendo  esaurito l'ordine del giorno, dichiara chiusa  la seduta.
La seduta è tolta alle ore 14:11.
  • Visite: 1323