https://www.MotorDoctor.it' title=

Vertenza formazione, continua il presidio ad oltranza del SIFUS Confali

  forma

15.01.2020 - Dopo l'incontro di ieri con l'Assessore on. Roberto La Galla il quale aveva detto alla delegazione sindacale del Sifus Confali che la competenza sulla legge 25/93 è dell'assessore al lavoro Scavone, i manifestanti hanno spostato il presidio permanente in via Trinacria davanti l'Assessorato al Lavoro.

Nella giornata di oggi, la rappresentanza sindacale é stata ricevuta dai funzionari dell'Ufficio di Gabinetto dell'Assessore Scavone i quali  nel corso dell'incontro hanno riferito che  in Assessorato sono in attesa di ricevere tutta la documentazione da parte dell'Assessorato Formazione, precisando che al ricevimento di tale documentazione sará cura del Dirigente Generale di inoltrare il tutto all'Avvocatura dello Stato per un parere di merito sull'applicazione della suddetta legge.

Intanto i lavoratori continueranno il presidio ad oltranza.

Quello che risulta difficile comprendere anche a noi che seguiamo da tempo questa vertenza, è come mai, ancora, l'assessore al lavoro non ha sciolto il nodo sull'applicazione della legge 25/93?

Vi riportiamo un passaggio dell'incontro che si era svolto al Ministero del lavoro lo scorso 25 giugno 2019.

La Senatrice Catalfo nel confermare l’esistenza della legge 25/1993 citata dai lavoratori ha chiesto all’Assessore Scavone le motivazioni della Regione che dal 1993 non ha mai applicato la norma.

Il dr. Vanin ha chiesto all’Assessore Scavone, essendo egli in carica da pochi mesi, di confrontarsi con il Presidente della regione di spiegare i motivi della mancata applicazione della legge ed esorta lo stesso ad applicarla. Tale riscontro viene richiesto prima del prossimo incontro tecnico programmato per il 5 luglio p.v., possibilmente entro il 2 luglio 2019.

L’Assessore Scavone ha dichiarato di non essere a conoscenza della norma citata e prende l’impegno di verificare con il suo ufficio legislativo la sua vigenza nonché la sua applicabilità prima del prossimo incontro tecnico programmato per il 5 luglio 2019.

A conclusione le sigle sindacali hanno richiesto tempi certi sulla valutazione delle ipotesi prospettate.

Il Governo e la Regione Siciliana hanno confermato che il prossimo 5 luglio si riunirà il tavolo tecnico dove verranno individuate tutte le azioni finalizzate alla ricerca di soluzioni concrete complete di un cronoprogramma.

Il testo completo del Verbale d'incontro al Ministero del Lavoro
Era il 25 giugno 2019

 

  • Visite: 1755