“Lo riteniamo un ottimo accordo – sottolineano dal sindacato rendendo noti i termini dell’intesa – perché salvaguarda i livelli occupazionali e le professionalità esistenti e si estende il diritto alla riassunzione oltre i termini previsti dalla normativa vigente non soltanto per i lavoratori annuali, ma anche per quelli a tempo determinato. Adesso per la ripresa dell’attività lavorativa si è in attesa delle autorizzazioni per i lavori di ristrutturazione che porteranno alla riapertura della struttura”.

Al personale annuale non riconfermato, in base all’accordo ottenuto dalla Fisascat, verrà corrisposto un incentivo di tre mensilità e mezzo; mentre al personale con contratto a tempo determinato non riconfermato verranno corrisposte due mensilità.

“L’aspetto meno positivo dell’incontro – osserva il sindacato – è la conferma che l’azienda ha deciso la trasformazione della struttura da annuale a stagionale anche se la Fisascat continua la contrattazione per ottenere un allungo’ della stagionalità e ritornare almeno ai dieci mesi di apertura delle strutture a Taormina”.