Pagamento mobilità in deroga DD04.05.2021

 

IL DIRIGENTE DELL’UFFICIO

VISTO lo Statuto della Regione Siciliana;

VISTA la legge regionale 6 marzo 1976, n. 24 e successive modifiche ed integrazioni; VISTA la legge 21 dicembre 1978, n. 845;

VISTA la legge 14 gennaio 1994, n. 20;

VISTA la legge regionale 15 maggio 2000, n. 10;

VISTO l’art. 39 della legge regionale 23 dicembre 2002, n. 23;

VISTA la legge 14 febbraio 2003, n. 30;

VISTA la legge regionale n.9 del 15 Aprile 2021 – Disposizioni programmatiche e correttive per l’anno 2021 - Legge di stabilità regionale, pubblicata in data 21 aprile 2021 sulla G.U.R.S., parte prima;

VISTA la legge regionale n.10 del 15 Aprile 2021 – Bilancio di previsione della Regione Siciliana per il triennio 2021-2023, pubblicata in data 21 aprile 2021 sulla G.U.R.S., parte prima;

VISTA la delibera di Giunta regionale n. 437 del 6 novembre 2018 con la quale è stato istituito ai sensi dell'articolo 4, comma 7, della legge regionale 15 maggio 2000, n. 10 e successive modifiche ed integrazioni, l'Ufficio Speciale per la chiusura e liquidazione degli interventi a valere sul piano dell'offerta formativa, anni 1987-2011 e sull'obbligo di istruzione e formazione anni 2008-2013 per la durata di anni tre;

VISTO il D.A. 511 del 06/03/2019 che decreta l’istituzione dell’Ufficio Speciale per la chiusura e la liquidazione degli interventi a valere sul piano dell'offerta formativa, anni 1987-2011 e sull'obbligo di istruzione e formazione anni 2008-2013 per la durata di anni tre;

VISTA la deliberazione della Giunta regionale n. 50 del 29 gennaio 2019 di preposizione del Dirigente responsabile dell'Ufficio Speciale su citato, individuato nell'Arch. Michele Lacagnina, Dirigente di terza fascia dell'Amministrazione regionale;

VISTO il D.A. 1870 del 09/04/2019 che conferisce, con l’approvazione del contratto individuale di lavoro tra l’Assessore regionale dell’Istruzione e della Formazione Professionale e l’Arch. Michele Lacagnina, dirigente di terza fascia dell’Amministrazione Regionale, l’incarico di Dirigente preposto all’Ufficio Speciale, con decorrenza dal 01 Aprile 2019;

VISTA la nota n. 31004 del 20 marzo 2019 con cui l’assessorato regionale dell’istruzione e della formazione professionale chiede l’assegnazione all’Ufficio Speciale dei capitoli di spesa relativi al PROF, del capitolo relativo al Fondo di Garanzia e dei capitoli per gli impegni assunti negli esercizi finanziari dal 2008 al 2013;

VISTO il D.D. 701/2019 del Dipartimento regionale del Bilancio e del Tesoro – Ragioneria generale della Regione che istituisce la rubrica “Ufficio speciale per la chiusura e liquidazione degli interventi a valere sul piano dell’offerta formativa , anni 1987 – 2011, e sull’obbligo di istruzione e formazione, anni 2008 – 2013” ed assegna ed istituisce al contempo i capitoli di spesa appositi;

VISTO l’articolo 132 della legge regionale 16 aprile 2003, n. 4 istitutivo del Fondo di Garanzia del personale dipendente della formazione professionale iscritto all’albo previsto dall’art. 14 della legge regionale n. 24/76;

VISTA la legge regionale del 7 giugno 2011, n. 10, e in particolare l’art. 1, comma 4, che prevede che gli interventi a carico del Fondo sono disposti “ in favore dei dipendenti degli enti di formazione professionale con contratto a tempo indeterminato …. nonché del personale impegnato nei servizi di orientamento, dell’obbligo di istruzione e formazione e degli sportelli multifunzionali …”;Unione Europea:

CONSIDERATO che la predetta legge 10/2011, all’art. 1, comma 2, stabilisce inoltre che i finanziamenti a carico del fondo sono finalizzati a disporre “misure complementari di integrazione e di anticipazione rispetto agli interventi previsti dalle disposizioni nazionali vigenti”;

VISTA la circolare n. 22 del 12 agosto 2011, recante “Disciplina del Fondo di garanzia dei lavoratori del settore della Formazione Professionale”;

VISTA la Delibera della Giunta Regionale del 23 luglio 2020, n. 322 concernente “Legge 12 maggio 2020, n.9 – art.5, comma 17. Liquidazioni spettanze ai lavoratori, relative agli anni precedenti al fondo di garanzia di cui all'art.132 della legge regionale 16 aprile 2003, n.4. Modifica deliberazione della Giunta regionale n.23 del 30 gennaio 2020”;

VISTO il DD. 257 del 28 Aprile 2021 e allegati, con cui l’Assessorato regionale dell’economia - Dipartimento regionale bilancio e tesoro - Ragioneria generale della Regione Siciliana, provvede alla variazione degli stanziamenti dei singoli capitoli di spesa, per le somme derivanti dal disimpegno dei residui da reimputare all’esercizio 2021;

CONSIDERATA la richiesta presentata Barraco Emanuele ex lavoratore, dell’Ente CONSORZIO FORUM e il successivo accordo sottoscritto tra la curatela del fallimento e le OO.SS. con cui si è conclusa la procedura di licenziamento del personale dell’Ente CONSORZIO FORUM VISTO il dettaglio dai dati INPS relativi al lavoratore, Barraco Emanuele, che riporta i periodi in cui il suddetto lavoratore è stato posto in mobilità in deroga;

RITENUTO di dover utilizzare la stessa metodologia e le stesse percentuali utilizzate per i conteggi e i successivi pagamenti delle quote conteggiate per i lavoratori della formazione in CIGD nei vari anni, in particolare secondo la tabella sotto riportata: Mobilita in deroga anno 2011 corrispondente a 42 ore di CIGD € 122,91 € 28,27 € 94,64 Mobilita in deroga anno 2012 corrispondente a 2.190 ore di CIGD € 5.321,70 € 1.223,99 € 4.097,71 Mobilita in deroga anno 2013 corrispondente a 1.626 ore di CIGD € 3.659,96 € 841,79 € 2.818,17 € 9.104,57 € 2.094,05 € 7.010,52

RITENUTO di dover impegnare a valere sull’impegno 3/2021 in favore del lavoratore dell’Ente Consorzio FORUM, Barraco Emanuele, che ha trasmesso i dati personali e le credenziali bancarie, entro il valore massimo previsto ;

ACCERTATO che le erogazioni disposte per i suddetti anni non raggiungono l’aliquota massima erogabile del 20% in relazione a quanto pagato dagli interventi di sostegno al reddito disposti dall’INPS nei confronti dei beneficiari di cui all’art. 1 della menzionata legge 10/2011;

ACCERTATO che nei confronti del beneficiario, sono stati effettuati i preventivi controlli anagrafici e bancari, e che risulta facente parte dell’albo dei formatori di cui alla LR 24/76 e s.m.i., così come approvato con DDG 4228/2014 e DDG 5586/2016, pubblicato sul sito istituzionale del Dipartimento, e pertanto identificabile nei soggetti percettori del Fondo ai sensi della normativa vigente;

RITENUTO pertanto, ai fini della celerità delle operazioni di pagamento, potere erogare sulla scorta dei requisiti e della documentazione fornita dal percettore, documentazione conservata e custodita presso gli archivi di questo ufficio e disponibile per eventuali controlli o verifiche future, cosi come da dichiarazione conforme alla Direttiva in tema di controlli amministrativo– contabili, diramata con circolare 16 del 28-10-2020 dal Dipartimento regionale del bilancio e del tesoro;Unione Europea

CONSIDERATO che le risorse stanziate sul Fondo di Garanzia e gravanti sul bilancio 2021 della Regione Siciliana al capitolo 318110, impegno 3/2021, permettono il pagamento delle quote relative al fondo di garanzia:

D E C R E T A ART. 1 Per le motivazioni di cui in premessa, che qui si intendono integralmente riportate e trascritte, si dispone, a valere sull’impegno 3/2021, la liquidazione della quota complementare di sostegno al reddito, entro i limiti massimi stabiliti dalla normativa in materia, gravante sul capitolo 318110, per un totale di € 9.104,57 a favore di Barraco Emanuele, ex dipendente dell’Ente Consorzio FORUM, come di seguito indicato in quanto soggetto di cui all’articolo 1, comma 4, della legge regionale 7 giugno 2011, destinatario delle misure complementari a carico del Fondo di Garanzia di cui alla legge 4/2003, art.132, come disciplinato dall’art.1 della L.R. 10/2011, e dalla successiva circolare n. 22 del 12 agosto 2011, comma 6: Tabella B n CF Beneficiario IBAN Quota residua Ritenuta Importo netto 1 XXXXXXXXXXXXXXXXX BARRACO EMANUELE XXXXXXXXXXXXXXXX € 9.104,57 € 2.094,05 € 7.010,52 € 9.104,57 € 2.094,05 € 7.010,52

Alla liquidazione si provvederà mediante mandato a favore del beneficiario inserito nel predetto elenco.

ART. 2 Il presente decreto sarà trasmesso, con dichiarazione conforme alla Direttiva in tema di controlli amministrativo–contabili diramata con circolare 16 del 28-10-2020, alla competente Ragioneria Centrale dell’Assessorato dell'Istruzione e della Formazione Professionale per la registrazione, ai sensi della delibera di giunta n. 415 del 15 settembre 2020.

ART. 3 Il presente decreto sarà pubblicato sul sito istituzionale della Regione Siciliana, nella pagina dell’Ufficio Speciale per la chiusura e la liquidazione dei PROF anni 1987-2011 e OIF anni 2008-2013, ai sensi del comma 5 dell’art 68 L. R. 21/2014 ss. mm. ii. e sulla pagina Amministrazione aperta “Concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi e attribuzione di vantaggi economici a persone fisiche ed enti pubblici e privati (artt. 26 e 27 D.lgs 33/2013)” ex art. 18 D.L. 83/2012.

                                                           Leggi anche 

 Mobilita' in deroga e fdg

  • Visite: 2166