Formazione: Report, un occasione mancata o forse no!

 

fp

 

16.12.2020 - Sono passati due anni da quando il funzionario del Ministero del Lavoro, chiedeva all'Assessore Scavone per quale motivo ai lavoratori della formazione professionale non erano state applicate le tutele della legge 25/93.

Come si evince in quel verbale d'incontro, l'assessore della regione sicilia rispondeva che non conosceva la legge, ma avrebbe approfondito la questione e dato una risposta.

Dopo quasi due anni sembra che l'assessore Scavone non abbia ancora approfondito la questione.

Intanto si sono avvicendati, a livello regionale tanti tavoli, tavolini e quant'altro, ma nulla e' cambiato.

Nonostante tutto, in questi anni, l'iniziativa e la rivendicazione di coloro che non hanno accettato la perdita del posto di lavoro non si e' fermata.

Quasi un anno fa, una giornalista "frelance" che collabora con le Iene, tramite il nostro sito "linklav" ci aveva chiesto un contatto,  per fare un servizio sulla vicenda della formazione professionale siciliana.

Ma chissa' perche', dopo che era tutto pronto, il sevizio non ando' piu' in onda.

In questi giorni, i lavoratori della formazione professionale iscritti e simpatizzanti del sindacato Sifus Confali  avevano sperato di avere raggiunto un risultato importante.

Sigrifido Ranucci per report aveva intervistato alcuni lavoratori, i quali dalle dichiarazioni rese, pensarono  che finalmente un servizio della RAI avrebbe potuto contribuire a rlanciare la vertenza  per ridare giustizia  ai torti subiti.

Invece il servizio di report, andato in onda si e' limitato a scopiazzare l'inchiesta delle iene di qualche anno fa, di Nadia Toffa.

Caro Sigfrido, a mio avviso, non indirizzando il servizio sulla vertenza dei lavoratori della formazione, hai perso la grande occasione di mandare in onda un vero e sensazionale scoop.

E se ci ripensi, potresti ancora metterci mano, perche', partendo dallo IAL della Sicilia e continuando con gli altri enti falliti, arrivi  ad alcuni politici della regione sicilia che hanno causato 8000 licenziamenti... e non solo!.

Enzo Romano

 

  • Visite: 1580