Visite agli articoli
10797486

Abbiamo 314 visitatori e nessun utente online

Iefp, siglato accordo Regione-scuole per una formazione di qualità

333

test

 

Iefp, siglato accordo Regione-scuole per una formazione di qualità
di Michele Giuliano
Aggiornato il patto sulla base delle nuove norme per un piano d’istruzione mirato al mercato del lavoro. Gli istituti per svolgere tali attività dovranno essere accreditati e rispettare gli standard formativi. L’accordo mira inoltre a promuovere e favorire processi di autonomia e innovazione scolastica

PALERMO - È stato siglato nei giorni scorsi l’accordo territoriale tra la Regione Siciliana e l’ufficio scolastico regionale per l’erogazione da parte di istituzioni scolastiche dell'offerta formativa Iefp in regime di sussidiarietà. Una scelta necessaria, alla luce del nuovo quadro normativo e regolamentare, sia statale che regionale, che modifica il complesso delle condizioni specifiche attuative dell'offerta sussidiaria in funzione dell'erogazione dell'offerta unitaria di istruzione e formazione di secondo ciclo, garantendo al contempo continuità ai processi già attivati.
È importante quindi assicurare continuità e organicità dell'offerta territoriale e dei servizi educativi di Istruzione e formazione di secondo ciclo, innalzandone la qualità e salvaguardando la specifica caratterizzazione dei percorsi triennali e di quarto anno di IeFP, in conformità all'ordinamento regionale. Non ultimo, l’accordo mira a promuovere e favorire processi di autonomia e innovazione scolastica, garantendo allo stesso tempo la caratterizzazione dell'offerta professionalizzante nel suo complesso in rapporto alle evoluzioni e specificità del mercato del lavoro.
Gli istituti che potranno svolgere tale attività formativa dovranno essere accreditati e rispettare gli standard formativi regionali, sia dal punto di vista dell’apprendimento delle competenze di base e tecnico professionali, sia dal punto di vista del monte ore complessivo annuale, sia di teoria che di tirocinio, alternanza scuola lavoro e apprendistato, e in ultimo dovranno essere in grado di applicare modalità di progettazione formativa personalizzata per competenze con metodologie coerenti alla fisionomia della Iefp.
Per accreditarsi, gli istituti devono avere una dotazione strutturale adeguata presso l’unità organizzativa dove si svolge l’attività didattica e formativa, con arredi e spazi adeguati, un sistema di contabilità pubblica, un sistema certificato di gestione della qualità delle procedure, la disponibilità di docenti e di altre figure con adeguati livelli di professionalità a garanzia del presidio delle aree di tutoraggio, orientamento, accertamento dei crediti formativi e di supporto alla disabilità.
Caratterizzano ancora questa tipologia di corsi: la composizione qualitativa dell’organico docente, il rispetto della specifica identità dell’offerta formativa e il servizio di placement, che garantisce un raccordo con i servizi territoriali al lavoro e il collegamento con le aziende del territorio.
I giovani interessati devono esplicitare la propria intenzione sulla apposita piattaforma in fase di iscrizione. Nel caso di eccedenza di domande o di numeri di alunni insufficiente per la costituzione di un gruppo di classe dedicato, gli istituti scolastici provvedono al ri-orientamento degli alunni presso altri percorsi territoriali di Iefp o in ultima istanza verso la propria offerta tradizionale.
Il percorso consentirà agli studenti iscritti ai percorsi quinquennali di conseguire una qualifica professionale al termine del terzo anno, o un diploma professionale al termine del quarto. Sarà possibile sviluppare percorsi anche per adulti, rivolti ai giovani di età inferiore ai 18 anni ed in possesso del titolo concluso del primo ciclo di istruzione per l’assolvimento dell’obbligo di istruzione e formazione, e ai giovani di età superiore ai 18 anni che hanno sosddisfatto i medesimi requisiti, e, in deroga per documentati motivi, potranno frequentare tali corsi gli alunni che hanno compiuto i 16 anni di età che sono impossibilitati a frequentare i corsi diurni.
Questi corsi sono destinati anche ai giovani e adulti inseriti negli istituti di prevenzione e pena.