Visite agli articoli
7402385

Abbiamo 619 visitatori e nessun utente online

Anfe Siracusa, ordinanze collegiali del TAR

 TAR

 


Pubblicato il 16/03/2018

N. 00634/2018 REG.PROV.COLL.

N. 02933/2016 REG.RIC.           

logo

REPUBBLICA ITALIANA

Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia

(Sezione Terza)

ha pronunciato la presente

ORDINANZA

sul ricorso numero di registro generale 2933 del 2016, proposto da:


Anfe Delegazione Provinciale di Siracusa, in persona del legale rappresentante p.t., rappresentato e difeso dall'avvocato Fulvio Ingaglio La Vecchia, con domicilio eletto presso il suo studio in Palermo, piazza Luigi Sturzo N.4;


contro

Regione Sicilia Assessorato dell'Istruzione e della Formazione Professionale, in persona del legale rappresentante p.t., rappresentato e difeso per legge dall'Avvocatura Distret. Dello Stato, domiciliata in Palermo, via A. De Gasperi 81;

per l'annullamento

per l'annullamento

- della nota prot. 46342 del 16/08/2016 del Dipartimento dell’Istruzione e della Formazione Professionale, Servizio 1- Programmazione degli interventi in materia di formazione professionale e formazione permanente continua, con la quale è stato comunicato all'ANFE SR, a mezzo pec, l'irricevibilità dell'istanza di contributo ID01215 per la realizzazione di percorsi formativi di qualificazione mirati al rafforzamento della occupabilità in Sicilia avanzato a seguito dell'Avviso 8/2016 a valere sul P0 FSE Sicilia 2014-2020;

- ove occorra e possa - in parte qua - del Decreto 2895/2016 del Dirigente Generale del Dipartimento Regionale dell'istruzione della formazione professionale, e specificatamente, delle clausole di cui ai punti 7 comma 3 e 8.1 comma 2, nella parte in cui dispongono che: "a seguito di conferma da parte del soggetto proponente, i documenti relativi alla domanda saranno scaricabili dalla piattaforma formato elettronico (.pdf) non modificabile e, a pena di irricevibilità, dovranno essere firmati digitalmente senza alterazioni e inviati tramite PEC all'indirizzo sopra indicato"

- "l'esito negativo anche di uno solo dei controlli sopraelencati, determinerà l'irricevibilità dell'istanza".

- nonché di ogni altro atto presupposto, connesso o comunque collegato;

- ove occorra e possa e per il caso di sua intervenuta adozione - del decreto del dirigente generale del dipartimento regionale dell'istruzione della formazione professionale di approvazione in via provvisoria degli esiti della fase finale di verifica di ammissibilità delle proposte progettuali pervenute a valere sull'avviso 8/2016;

- ove occorra e possa e per il caso di sua intervenuta adozione - del decreto del dirigente generale del dipartimento regionale dell'istruzione della formazione professionale di approvazione in via definitiva degli esiti della fase finale di verifica di ammissibilità delle proposte progettuali pervenute a valere sull'avviso 8/2016;

- della procedura di verifica di ammissibilità della proposta progettuale ID01215 "per la realizzazione di percorsi formativi di qualificazione mirati al rafforzamento della occupabilità in Sicilia avanzato a seguito dell'Avviso 8/2016 a valere sul PO FSE Sicilia 2014-2020;

- di ogni altro atto presupposto, connesso, consequenziale o comunque collegato, con espressa riserva di separato giudizio o di ricorso per motivi aggiunti;

nonché, ove occorra e possa

per la declaratoria di nullità

delle clausole medesime, siccome assunte in violazione del principio di tassatività delle clausole di esclusione e del soccorso istruttorio

nonché per il risarcimento del danno derivante alla ricorrente dai provvedimenti impugnati.


Visti il ricorso e i relativi allegati;

Viste le memorie difensive;

Visti tutti gli atti della causa;

Visto l'atto di costituzione in giudizio di Regione Sicilia Assessorato dell'Istruzione e della Formazione Professionale;

Relatore nella camera di consiglio del giorno 13 marzo 2018 la dott.ssa Maria Cristina Quiligotti e uditi per le parti i difensori come specificato nel verbale;


Considerato che, con l’istanza del 10.1.2018, l’Anfe - Delegazione Provinciale di Siracusa ha chiesto la revoca dell’ordinanza della sezione n. 2914/2017 del 14.12.2017, con la quale è stata disposta l’interruzione del giudizio in conseguenza del ritenuto fallimento della ricorrente, nonché la reiscrizione della causa al ruolo con fissazione dell’udienza per la trattazione del merito del ricorso, deducendo di non essere in realtà mai stata dichiarata fallita, come risultante dalla visura camerale allegata all’istanza, e che è stata dichiarata fallita, invece, soltanto l’Anfe - Direzione regionale della Sicilia, che, tuttavia, è soggetto giuridico autonomo e distinto;

Considerato che la circostanza dedotta nell’istanza di cui trattasi è comprovata in atti e che, pertanto, in accoglimento della predetta istanza deve essere revocata l’ordinanza di interruzione del giudizio e la reiscrizione del ricorso nel ruolo di merito con fissazione dell’udienza di trattazione come da dispositivo che segue;

P.Q.M.

Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia (Sezione Terza) dispone la reiscrizione del ricorso in epigrafe sul ruolo ordinario di merito e fissa per la trattazione del merito la pubblica udienza del 6 novembre 2018, ore di rito.

Così deciso in Palermo nella camera di consiglio del giorno 13 marzo 2018 con l'intervento dei magistrati:

Maria Cristina Quiligotti, Presidente, Estensore

Nicola Maisano, Consigliere

Maria Cappellano, Consigliere

     
     
IL PRESIDENTE, ESTENSORE    
Maria Cristina Quiligotti    
     
     
     

IL SEGRETARIO


Pubblicato il 16/03/2018

N. 00633/2018 REG.PROV.COLL.

N. 02932/2016 REG.RIC.           

logo

REPUBBLICA ITALIANA

Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia

(Sezione Terza)

ha pronunciato la presente

ORDINANZA

sul ricorso numero di registro generale 2932 del 2016, proposto da:


Anfe Delegazione Provinciale di Siracusa, in persona del legale rappresentante p.t., rappresentato e difeso dall'avvocato Fulvio Ingaglio La Vecchia, con domicilio eletto presso il suo studio in Palermo, piazza Luigi Sturzo N.4;


contro

Regione Sicilia Assessorato dell'Istruzione e della Formazione Professionale, Dipartimento dell'Istruzione e della Formazione, in persona del legale rappresentante p.t., rappresentati e difesi per legge dall'Avvocatura Distret. Dello Stato, domiciliata in Palermo, via A. De Gasperi 81;

per l'annullamento

per l'annullamento

- della nota prot. 46324 del 16/08/2016 del Dipartimento dell’Istruzione e della Formazione Professionale Servizio 1 - Programmazione degli interventi in materia di formazione professionale e formazione permanente continua, con la quale è stato comunicato all'ANFE SR, a mezzo pec, l'irricevibilità dell'istanza di contributo ID0157 per la realizzazione di percorsi formativi di qualificazione mirati al rafforzamento della occupabilità in Sicilia avanzato a seguito dell'Avviso 8/2016 a valere sul P0 FSE Sicilia 2014-2020;

- ove occorra e possa - in parte qua - del Decreto 2895/2016 del Dirigente Generale del Dipartimento Regionale dell'istruzione della formazione professionale, e specificatamente, delle clausole di cui ai punti 7 comma 3 e 8.1 comma 2, nella parte in cui dispongono che: "a seguito di conferma da parte del soggetto proponente, i documenti relativi alla domanda saranno scaricabili dalla piattaforma formato elettronico (.pdf) non modificabile e, a pena di irricevibilità, dovranno essere firmati digitalmente senza alterazioni e inviati tramite PEC all'indirizzo sopra indicato"

- "l'esito negativo anche di uno solo dei controlli sopraelencati, determinerà l'irricevibilità dell'istanza".

- nonché di ogni altro atto presupposto, connesso o comunque collegato;

- ove occorra e possa e per il caso di sua intervenuta adozione - del decreto del dirigente generale del dipartimento regionale dell'istruzione della formazione professionale di approvazione in via provvisoria degli esiti della fase finale di verifica di ammissibilità delle proposte progettuali pervenute a valere sull'avviso 8/2016;

- ove occorra e possa e per il caso di sua intervenuta adozione - del decreto del dirigente generale del dipartimento regionale dell'istruzione della formazione professionale di approvazione in via definitiva degli esiti della fase finale di verifica di ammissibilità delle proposte progettuali pervenute a valere sull'avviso 8/2016;

- della procedura di verifica di ammissibilità della proposta progettuale ID0157 "per la realizzazione di percorsi formativi di qualificazione mirati al rafforzamento della occupabilità in Sicilia avanzato a seguito dell'Avviso 8/2016 a valere sul PO FSE Sicilia 2014-2020;

- di ogni altro atto presupposto, connesso, consequenziale o comunque collegato, con espressa riserva di separato giudizio o di ricorso per motivi aggiunti;

nonché, ove occorra e possa

per la declaratoria di nullità

delle clausole medesime, siccome assunte in violazione del principio di tassatività delle clausole di esclusione e del soccorso istruttorio

nonché per il risarcimento del danno derivante alla ricorrente dai provvedimenti impugnati.


Visti il ricorso e i relativi allegati;

Viste le memorie difensive;

Visti tutti gli atti della causa;

Visti gli atti di costituzione in giudizio della Regione Sicilia - Assessorato dell'Istruzione e della Formazione Professionale e di Dipartimento dell'Istruzione e della Formazione;

Relatore nella camera di consiglio del giorno 13 marzo 2018 la dott.ssa Maria Cristina Quiligotti e uditi per le parti i difensori come specificato nel verbale;


Considerato che, con l’istanza del 10.1.2018, l’Anfe - Delegazione Provinciale di Siracusa ha chiesto la revoca dell’ordinanza della sezione n. 2914/2017 del 14.12.2017, con la quale è stata disposta l’interruzione del giudizio in conseguenza del ritenuto fallimento della ricorrente, nonché la reiscrizione della causa al ruolo con fissazione dell’udienza per la trattazione del merito del ricorso, deducendo di non essere in realtà mai stata dichiarata fallita, come risultante dalla visura camerale allegata all’istanza, e che è stata dichiarata fallita, invece, soltanto l’Anfe - Direzione regionale della Sicilia, che, tuttavia, è soggetto giuridico autonomo e distinto;

Considerato che la circostanza dedotta nell’istanza di cui trattasi è comprovata in atti e che, pertanto, in accoglimento della predetta istanza deve essere revocata l’ordinanza di interruzione del giudizio e la reiscrizione del ricorso nel ruolo di merito con fissazione dell’udienza di trattazione come da dispositivo che segue;

P.Q.M.

Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia (Sezione Terza) dispone la reiscrizione del ricorso in epigrafe sul ruolo ordinario di merito e fissa per la trattazione del merito la pubblica udienza del 6 novembre 2018, ore di rito.

Così deciso in Palermo nella camera di consiglio del giorno 13 marzo 2018 con l'intervento dei magistrati:

Maria Cristina Quiligotti, Presidente, Estensore

Nicola Maisano, Consigliere

Maria Cappellano, Consigliere

     
     
IL PRESIDENTE, ESTENSORE    
Maria Cristina Quiligotti    
     
     
     

IL SEGRETARIO

 


Pubblicato il 16/03/2018

N. 00632/2018 REG.PROV.COLL.

N. 02931/2016 REG.RIC.           

logo

REPUBBLICA ITALIANA

Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia

(Sezione Terza)

ha pronunciato la presente

ORDINANZA

sul ricorso numero di registro generale 2931 del 2016, proposto da:


Anfe - Delegazione Provinciale di Siracusa, in persona del legale rappresentante p.t., rappresentato e difeso dall'avvocato Fulvio Ingaglio La Vecchia, con domicilio eletto presso il suo studio in Palermo, piazza Luigi Sturzo N.4;


contro

Regione Sicilia - Assessorato dell'Istruzione e della Formazione Professionale, Dipartimento dell'Istruzione e della Formazione Professionale Servizio 1, in persona del legale rappresentante p.t., rappresentati e difesi per legge dall'Avvocatura Distrettuale dello Stato, domiciliata in Palermo, via A. De Gasperi n. 81;

per l'annullamento

- della nota di cui al prot. 46325 del 16/08/2016 del Dipartimento dell’Istruzione e della Formazione Professionale, Servizio 1 - Programmazione degli interventi in materia di formazione professionale e formazione permanente continua, con la quale è stato comunicato all'ANFE SR, a mezzo pec, l'irricevibilità dell'istanza di contributo ID0259 per la realizzazione di percorsi formativi di qualificazione mirati al rafforzamento della occupabilità in Sicilia avanzato a seguito dell'Avviso 8/2016 a valere sul P0 FSE Sicilia 2014-2020;

- ove occorra e possa - in parte qua - del Decreto 2895/2016 del Dirigente Generale del Dipartimento Regionale dell'istruzione della formazione professionale, e specificatamente, delle clausole di cui ai punti 7 comma 3 e 8.1 comma 2, nella parte in cui dispongono che: "a seguito di conferma da parte del soggetto proponente, i documenti relativi alla domanda saranno scaricabili dalla piattaforma formato elettronico (.pdf) non modificabile e, a pena di irricevibilità, dovranno essere firmati digitalmente senza alterazioni e inviati tramite PEC all'indirizzo sopra indicato"

- "l'esito negativo anche di uno solo dei controlli sopraelencati, determinerà l'irricevibilità dell'istanza".

- nonché di ogni altro atto presupposto, connesso o comunque collegato;

- ove occorra e possa e per il caso di sua intervenuta adozione - del decreto del dirigente generale del dipartimento regionale dell'istruzione della formazione professionale di approvazione in via provvisoria degli esiti della fase finale di verifica di ammissibilità delle proposte progettuali pervenute a valere sull'avviso 8/2016;

- ove occorra e possa e per il caso di sua intervenuta adozione - del decreto del dirigente generale del dipartimento regionale dell'istruzione della formazione professionale di approvazione in via definitiva degli esiti della fase finale di verifica di ammissibilità delle proposte progettuali pervenute a valere sull'avviso 8/2016;

- della procedura di verifica di ammissibilità della proposta progettuale ID0259 "per la realizzazione di percorsi formativi di qualificazione mirati al rafforzamento della occupabilità in Sicilia avanzato a seguito dell'Avviso 8/2016 a valere sul PO FSE Sicilia 2014-2020;

- di ogni altro atto presupposto, connesso, consequenziale o comunque collegato, con espressa riserva di separato giudizio o di ricorso per motivi aggiunti;

nonché, ove occorra e possa

per la declaratoria di nullità

delle clausole medesime, siccome assunte in violazione del principio di tassatività delle clausole di esclusione e del soccorso istruttorio;

nonché per il risarcimento del danno derivante alla ricorrente dai provvedimenti impugnati.


Visti il ricorso e i relativi allegati;

Viste le memorie difensive;

Visti tutti gli atti della causa;

Visti gli atti di costituzione in giudizio di Regione Sicilia - Assessorato dell'Istruzione e della Formazione Professionale e di Dipartimento dell'Istruzione e della Formazione Professionale Servizio 1;

Relatore nella camera di consiglio del giorno 13 marzo 2018 la dott.ssa Maria Cristina Quiligotti e uditi per le parti i difensori come specificato nel verbale;


Considerato che, con l’istanza del 10.1.2018, l’Anfe - Delegazione Provinciale di Siracusa ha chiesto la revoca dell’ordinanza della sezione n. 2914/2017 del 14.12.2017, con la quale è stata disposta l’interruzione del giudizio in conseguenza del ritenuto fallimento della ricorrente, nonché la reiscrizione della causa al ruolo con fissazione dell’udienza per la trattazione del merito del ricorso, deducendo di non essere in realtà mai stata dichiarata fallita, come risultante dalla visura camerale allegata all’istanza, e che è stata dichiarata fallita, invece, soltanto l’Anfe - Direzione regionale della Sicilia, che, tuttavia, è soggetto giuridico autonomo e distinto;

Considerato che la circostanza dedotta nell’istanza di cui trattasi è comprovata in atti e che, pertanto, in accoglimento della predetta istanza deve essere revocata l’ordinanza di interruzione del giudizio e la reiscrizione del ricorso nel ruolo di merito con fissazione dell’udienza di trattazione come da dispositivo che segue;

P.Q.M.

Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia (Sezione Terza) dispone la reiscrizione del ricorso in epigrafe sul ruolo ordinario di merito e fissa per la trattazione del merito la pubblica udienza del 6 novembre 2018, ore di rito.

Così deciso in Palermo nella camera di consiglio del giorno 13 marzo 2018 con l'intervento dei magistrati:

Maria Cristina Quiligotti, Presidente, Estensore

Nicola Maisano, Consigliere

Maria Cappellano, Consigliere

     
     
IL PRESIDENTE, ESTENSORE    
Maria Cristina Quiligotti    
     
     
     

IL SEGRETARIO