Visite agli articoli
8057178

Abbiamo 257 visitatori e nessun utente online

Non si placano le proteste dei lavoratori degli ex sportelli multifunzionali.

gds

Non si placano le proteste dei lavoratori degli ex sportelli multifunzionali.

Con l’elezione del nuovo presidente Musumeci, la speranza era quella di poter trovare un punto d’incontro con l’amministrazione siciliana in vista di una possibile ricollocazione lavorativa. Dopo la comunicazione di un incontro previsto per l’11 gennaio tra l’assessore al lavoro Mariella Ippolito, il dirigente generale e una delegazione di operatori che invece è saltato, alcuni lavoratori ex sportellisti hanno organizzato un sit-in di protesta dinanzi la Presidenza della Regione.

Ciò che lamentano gli impiegati degli ex sportelli multifunzionali è la mancanza di una risposta chiara, avendo come unico obiettivo quello di poter riprendere l’attività lavorativa in tempi brevi,, a seguito dell’approvazione da parte del parlamento siciliano, della legge che prevede l’avvio degli esperti delle politiche attive del lavoro e il potenziamento dei Centri per l’impiego.

Dal 2015 infatti gli operatori degli sportelli multifunzionali attendono di poter essere ricollocati, dopo aver continuato l’attività per occuparsi di orientamento nel programma Garanzia Givani e prima ancora presso i Centri per l’Impiego con il programma Spartacus, gestito dal Ciapi di Priolo, ente in House della Regione, dal 2013 al 2014, con lo scopo di somministrare ai cassintegrati, percettori di ammortizzatori sociali , le adeguate misure di politiche attive obbligatorie per legge.

Al Presidente della Regione, spiega Gaetano Giordano, segretario Nazionale della Federazione Scuola e formazione del Sinailp, chiediamo l’applicazione della norma che fino ad oggi è stasta disattesa. Questi lavoratori hanno scioperato, hanno manifestato in maniera costante per avere garantito il posto di lavoro che spetta loro. Si tratta di lavoratori che sono stati formati dalla Regione Siciliana.e che hanno vinto un concorso., hanno partecipato alle attività del Ciapi e non capisco perché dobbiamo trattare ancora questo argomento. . Dall’assessore al lavoro Mariella Ippolito arriva la replica: “ xzi tratta di una situazione complessa , stiamo lavorando per cercare una soluzione. (Marta Cianciolo)