Visite agli articoli
8134191

Abbiamo 414 visitatori e nessun utente online

Anticipo della naspi per l'avvio di una nuova attività imprenditoriale

 naspi

Anticipo della naspi per l'avvio di una nuova attività imprenditoriale

La NASPI costituisce il nuovo strumento di sostegno al reddito per i lavoratori dipendenti del settore privato che perdono il lavoro.

10 maggio 2018

Il Decreto Legislativo n. 22/2015, emanato in attuazione della Legge n.183/2014 (Jobs Act),  ha introdotto la Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego (NASPI).  L’ASPI e la mini-ASPI, previste dall’art. 2 della legge n. 92/2012, in luogo della vecchia indennità di disoccupazione,  sono state così sostituite e non possono più essere richieste dal 1° maggio 2015.
La NASPI costituisce il nuovo strumento universale di sostegno al reddito per i lavoratori dipendenti del settore privato che perdono il lavoro, ad esclusione di quelli agricoli.
Il Decreto Legislativo n. 22/2015 ha previsto che la fruizione e la durata della NASPI siano legate principalmente alla contribuzione versata dal beneficiario.
Per ulteriori informazioni sulla NASPI consultare
https://www.cliclavoro.gov.it/Cittadini/tutele_del_lavoro/Pagine/Naspi.aspx
L’art. 8 del Decreto Legislativo n. 22/2015 prevede l ’erogazione anticipata in un’unica soluzione della NASpI a titolo di incentivo per l'avvio di un'attività lavorativa autonoma o di impresa individuale o per la sottoscrizione di una quota di capitale sociale di una cooperativa nella quale il rapporto mutualistico ha ad oggetto la prestazione di attività lavorative da parte del socio.
L'erogazione anticipata in un'unica soluzione della NASpI non dà diritto alla contribuzione figurativa né all’Assegno per il Nucleo Familiare.
Il lavoratore interessato deve presentare all'INPS la domanda di anticipazione in via telematica entro trenta giorni dalla data di inizio dell'attività lavorativa autonoma o di impresa individuale o dalla data di sottoscrizione di una quota di capitale sociale della cooperativa.
Il lavoratore che instaura un rapporto di lavoro subordinato prima della scadenza del periodo per cui è riconosciuta la liquidazione anticipata della NASpI è tenuto a restituire per intero l'anticipazione ottenuta, salvo il caso in cui il rapporto di lavoro subordinato sia instaurato con la cooperativa della quale il lavoratore ha sottoscritto una quota di capitale sociale.
Per maggiori informazioni su anticipo della Naspi consultare anche la Circolare Inps n. 94/2015.

Normativa di riferimento

  • Legge 28 giugno 2012, n. 92: “Disposizioni in materia di riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita”;
  • Legge 10 dicembre 2014, n. 183: “Deleghe al Governo in materia di riforma degli ammortizzatori sociali, dei servizi per il lavoro e delle politiche attive, nonché in materia di riordino della disciplina dei rapporti di lavoro e dell'attività ispettiva e di tutela e conciliazione delle esigenze di cura, di vita e di lavoro”;
  • Decreto Legislativo 4 marzo 2015, n. 22 : “Disposizioni per il riordino della normativa in materia di ammortizzatori sociali in caso di disoccupazione involontaria e di ricollocazione dei lavoratori disoccupati, in attuazione della legge 10 dicembre 2014, n. 183”;
  • Circolare INPS 12 maggio 2015, n. 94: “Articoli 1 – 14  Decreto Legislativo 4 marzo 2015 n. 22 “Disposizioni per il riordino della normativa in materia di ammortizzatori sociali in caso di disoccupazione involontaria e di ricollocazione dei lavoratori disoccupati,  in attuazione della legge 10 dicembre 2014, n. 183”.
    Nuova prestazione di Assicurazione Sociale per l’Impiego (NASpI). Istruzioni contabili. Variazioni al piano dei conti”.

© Copyright SuperAbile  di Alessandra Torregiani