Visite agli articoli
5134885

Abbiamo 107 visitatori e nessun utente online

Benvenuti nel sito di Linklav. Ultime notizie sul mondo del lavoro

Almaviva, Bellanova invita le parti alla responsabilità


20-12-2016, ore  17:20:38

Nel pomeriggio l'assemblea plenaria al Mise è stata sospesa perché su richiesta dei sindacati si sta già procedendo con una riunione ristretta, visto che azienda e governo si sono mostrati d'accordo. "Io sto qui fino all'ultimo minuto, ma dovete portare proposte concrete, non andiamo in ristretta per fare una seduta spiritica". Questa la dichiarazione della viceministro Teresa Bellanova durante l'assemblea plenaria, invitando le parti a prendere sulle loro spalle "la responsabilita'" visto che "ci sono 2500 persone che aspettano una risposta, noi siamo disponibili fino all'ultimo secondo come lo siamo sempre stati", ha ribadito Bellanova.

L'ultimo incontro plenario tra azienda e sindacati si è chiuso quasi alle 24 di ieri senza dare i risultati sperati, le posizioni delle parti sono ancora molto distanti, nonostante il tempo stringa e la procedura di mobilità scada il 21 dicembre. Come comunicato dalla viceministro Teresa Bellanova - che ha seguito l'incontro di ieri - su richiesta delle organizzazioni sindacali, il tavolo al Mise prosegue ad oltranza.

Il governo propone alla parti della vicenda Almaviva un lodo. Il Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda e il Vice Ministro Teresa Bellanova - spiega una nota del Mise - hanno incontrato congiuntamente le parti e dato la disponibilità del governo a redigere un lodo non negoziabile per comporre la vertenza che le parti stesse non sono finora riuscite a risolvere. Queste ultime si sono riservate di valutare la proposta ed eventualmente avanzare al governo formale richiesta di lodo.

Slc-Cgil, Fistel-Cisl, Uilcom-Uil e Ugl telecomunicazioni hanno proclamato per oggi uno sciopero di 24 ore. L'azienda, riferiscono i sindacati, ha espresso nell'ultimo incontro di pochi gironi fa, la propria indisponibilità all'utilizzo della Cigs e ribadito il taglio secco del salario come unica soluzione alternativa ai licenziamenti.

Almaviva "deve trattare, e deve mettere al centro la dignità del lavoro". Lo ha detto Annamaria Furlan, segretario generale della Cisl, a margine del consiglio generale regionale di Cisl Toscana. "È inspiegabile la posizione dell’azienda - ha affermato - abbiamo chiesto al governo di fare alcuni interventi a sostegno del sistema dei call center, che sono arrivati".

Le organizzazioni di categoria hanno apprezzato l'impegno del ministero per la ricerca di una soluzione alla vertenza e giudicato "grave" e "scellerata" la posizione dell'azienda che ha confermato l’esigenza di una profonda ristrutturazione, ribadendo dunque la necessità dei licenziamenti. "E’il momento della responsabilità. Per impedire che 2.500 lavoratori e relative famiglie trascorrano il peggiore Natale della loro vita". È l’appello che il vice ministro dello Sviluppo economico Teresa Bellanova rivolge alle parti coinvolte nella vertenza Almaviva. "Ecco allora la richiesta che rivolgiamo, ancora una volta, innanzitutto all’azienda e alle parti sociali", afferma Bellanova in una nota: "Le vertenze complicate, e questa lo è, si risolvono positivamente se questo è l’obiettivo condiviso da parte di tutti. Perchè accada ognuno deve guardare alle ragioni complessive. Tutelare il lavoro e i lavoratori, questa è la ragione".