Carrefour, sindacati a confronto con la direzione della multinazionale

Carrefour, sindacati a confronto con la direzione della multinazionale sulla ristrutturazione e la mobilita’ avviata per 620 addetti. I sindacati stigmatizzano il mancato rispetto delle previsioni contrattuali sul mantenimento dei livelli occupazionali.

Roma, 16 febbraio 2017 - Avviata la fase sindacale di espletamento della procedura di mobilità avviata dalla direzione della multinazionale francese della grande distribuzione organizzata Carrefour per complessivi 620 addetti, 239 nei 21 ipermercati in sofferenza in Lombardia, Piemonte, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Sardegna, Campania e Lazio, 111 dei due punti vendita prossimi alla cessione in Piemonte e 270 dei 9 ipermercati in contratto di solidarietà in Lombardia, Veneto, Piemonte, Toscana, Lazio e Marche.

I sindacati di categoria Fisascat Cisl, Filcams Cgil e Uiltucs hanno stigmatizzato il mancato rispetto delle previsioni del contratto integrativo sul mantenimento dei livelli occupazionali. Le tre sigle tenteranno di gestire gli esuberi attraverso intese sulla mobilità volontaria e sulla ricollocazione dei lavoratori. Il confronto è aggiornato al mese di marzo.

  • Creato il .
  • Visite: 1459