Carrefour: ultime notizie

Carrefour

19-02-2017  Carrefour, confermati 619 esuberi
17-02-2017   Carrefour, sindacati a confronto con la direzione della multinazionale sulla ristrutturazione e la mobilita’ avviata per 620 addetti.


Carrefour avvia la procedura per 500 tagli


Lavoro. Furlan e Raineri (Fisascat Cisl) su licenziamenti Carrefour: "Trovare una soluzione per mantenere i livelli occupazionali"

6 febbraio 2017- “E’ davvero inaccettabile la conferma del licenziamento di 500 lavoratori da parte della multinazionale francese Carrefour e la chiusura di tre punti vendita in Piemonte ed in Campania”. Lo dichiarano in una nota congiunta la Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan ed il Segretario Generale della Fisascat Cisl, Pierangelo Raineri. “Le scelte commerciali ed organizzative attuate dalla multinazionale francese della grande distribuzione non hanno prodotto risultati tangibili per la tenuta del format degli ipermercati, particolarmente penalizzati e interessati da rilevanti problematiche sugli andamenti aziendali, quali il fatturato e la redditività dell'anno. La totale liberalizzazione degli orari di apertura, l’utilizzo improprio dei voucher e il frequente ricorso alle terziarizzazioni non sono evidentemente serviti alla tenuta degli ipermercati messi a dura prova dalla crisi dei consumi. La chiusura dei tre punti vendita in Piemonte e in Campania e la formalizzazione dei 500 licenziamenti in 57 ipermercati italiani porterà la categoria a programmare nuove azioni di sciopero e mobilitazioni come quelle del 27 e 28 gennaio scorso, per protestare anche contro le esigenze organizzative annunciate dal gruppo della grande distribuzione organizzata che implicherebbero un ulteriore e grave peggioramento delle condizioni di lavoro. Il nostro auspicio è che nella fase sindacale del confronto sulla procedura di mobilità si possa individuare una soluzione nella gestione della crisi e del piano di esuberi che tenteremo di affrontare con una flessibilità contrattata finalizzata al mantenimento dei livelli occupazionali» concludono i sindacalisti.


Notizie precedenti

 


Carrefour ha avviato la procedura di mobilità per 500 lavoratori di 57 ipermercati italiani. Lo rendono noto i sindacati, che intendono chiedere al più presto un incontro con l'azienda per conoscere il piano industriale. Per raggiungere un accordo sulla mobilità ci sono ora 45 giorni, a cui se ne aggiungono altri trenta in sede ministeriale. Tre le chiusure previste: Trofarello e Borgomanero in Piemonte, Pontecagnano in Campania.


 

"I lavoratori sono una risorsa, non un costo" è il motto che ha spinto i lavoratori di Carrefour a scioperare oggi per tutto il turno, con i sindacati che hanno organizzato presidi a Torino e a Trofarello. Una settimana fa la multinazionale della grande distribuzione ha annunciato 500 esuberi più le chiusure di tre ipermercati, tra i quali quelli di Trofarello e di Borgomanero. Un annuncio cui le sigle sindacali di categoria e i lavoratori hanno appunto reagito incrociando le braccia e tenendo picchetti.

Nel paese alle porte di Torino i 59 dipendenti dell'ipermercato sono in allarme perché Carrefour ha annunciato di voler chiudere quel punto vendita. "È una decisione che avrà conseguenze sociali importanti sui lavoratori e sulle loro famiglie", spiega Fabrizio Nicoletti della Filcams-Cgil. Al presidio di fronte al supermercato ha portato la propria solidarietà anche il sindaco di Trofarello Gian Franco Visca.

Il presidio torinese è invece stato organizzato davanti al Carrefour market di via Chiesa della salute, che la multinazionale francese ha ceduto a un'altra impresa, che ne manterrà il marchio ma cambierà il contratto agli 11 lavoratori: "Nel passaggio le retribuzioni saranno più basse e gli orari più flessibili: non possiamo accettarlo", spiega Domenico Raschellà della Uiltucs-Uil.Carrefour taglia 500 posti e tre negozi

 

Protesta lavoratori 27 e 28 gennaio

ROMA, 21 GEN - Chiusura di tre punti vendita, a Borgomanero, Trofarello e Pontecagnano e 500 lavoratori in esubero. Sono i tagli annunciati in Italia dal gigante della grande distribuzione Carrefour, secondo quanto riporta una nota congiunta di Filcams Cgil, Fisascat Cisl e UILTuCS che annunciano una mobilitazione per il 27 e il 28 gennaio. "Sono state inoltre anticipate dall'azienda una serie di esigenze organizzative che implicherebbero un ulteriore e grave peggioramento delle condizioni di lavoro per i dipendenti della società". "Le argomentazioni dell'impresa hanno portato ad evidenziare rilevanti problematiche sugli andamenti aziendali, quali il fatturato, il costo del lavoro e la redditività dell'anno. Gli ipermercati risultano particolarmente penalizzati." Carrefour è anche il marchio che ha lanciato, da più di qualche mese, le aperture h24. I sindacati hanno proclamato lo stato di agitazione e l'astensione dal lavoro per i lavoratori di tutto il Gruppo, il 27 e 28 gennaio

  • Creato il .
  • Visite: 2584