Visite agli articoli
6873853

Abbiamo 467 visitatori e nessun utente online

Ars, rinviata al 29 Maggio la discussione su Collegato

 ars

23.05.2018 - L'Assemblea regionale siciliana lha rinviato a discussione in Aula sui nove articoli del cosiddetto ‘collegato’ alla Finanziaria 2018 approvata lo scorso 30 aprile: l’inizio del dibattito sul ministrumento contabile – che avrebbe dovuto contenere alcune delle norme piu’ ‘sostanziose’ stralciate dalla manovra prima dell’arrivo in Sala d’Ercole, ma e’ stato parzialmente svuotato in commissione Bilancio – e’ stato posticipato alla prossima settimana a causa dell’assenza del presidente della commissione Bilancio, Riccardo Savona, per questioni di salute. “Il presidente Savona ha fatto un tour de force incredibile in queste settimane e non sta bene, e’ stato ricoverato all’Ismett e ha provato a venire oggi, ma i medici non gli hanno dato il permesso e pertanto sara’ disponibile da martedi’ prossimo – ha detto il presidente dell’Ars, Gianfranco Micciche’, durante la seduta -. Anche il presidente Musumeci questa settimana non sarebbe disponibile. Savona ha dato sempre la propria disponibilita’ pur non stando bene, se mi chiede di non discutere il ‘collegato’ senza di lui, per rispetto nei suoi confronti, se non ci sono osservazioni dovremmo accettare questa proposta”. Micciche’ ha quindi sospeso la seduta e chiesto ai capigruppo di “portare in Aula le mozioni che abbiamo, visto che ho un tavolo pieno. C’e’ l’assoluta disponibilita’ di trattarne alcune non da domani, ma da giovedi’. Chiedero’ poi al Governo quali saranno gli assessori disponibili giovedi’ e le cominceremo a trattare”.

La seduta per l’esame del ‘collegato’ e’ stata rinviata a martedi’ 29 maggio, alle 16. Prima di chiudere la sessione odierna, Micciche’ ha inoltre annunciato che i gruppi avranno tempo fino a venerdi’ “per farci l’elenco e le priorita’ delle mozioni da esaminare”.

Sono in tutto 67 gli emendamenti presentati dai gruppi parlamentari ai 9 articoli del cosiddetto ‘collegato’ alla Finanziaria 2018 approvata lo scorso 30 aprile. La discussione in Aula all’Assemblea regionale siciliana del ministrumento contabile, prevista inizialmente oggi, e’ stata rinviata a martedi’ prossimo vista l’assenza per motivi di salute del presidente della commissione Bilancio, Riccardo Savona. Nel primo articolo del ‘collegato’ e’ previsto l’accorpamento di Crias e Ircac nell’Ifis (Istituto finanziario per le imprese siciliane), “rinviando a un successivo regolamento la definizione delle relative modalita’ di attuazione”. Presenti anche disposizioni in materia di controllo sulle societa’ partecipate, Corpo forestale, Consorzi universitari, percorsi di istruzione e formazione professionale afferenti all’obbligo scolastico, apertura dei siti del patrimonio culturale regionale. E ancora, modifiche alle leggi in materia di sostegno alle associazioni antiracket e in materia di amianto.

Arriva qualche parere sull'emendamento, a firma del presidente Musumeci, che riguarda la formazione professionale e che, di fatto, stabilisce una corsia preferenziale per i lavoratori iscritti all'albo da più tempo. "

Dare risposte alle aspettative dei lavoratori della formazione professionale salvaguardando la loro continuità lavorativa è solo un primo step. Entro settembre sarà pronto un testo di riforma del settore che contiamo di far approvare in aula già entro la fine dell'anno". Lo ha detto il presidente della commissione Cultura, Formazione e Lavoro dell'Ars Luca Sammartino durante l'audizione di questa mattina dei rappresentati sindacali e degli enti di Formazione, alla presenza dell'assessore regionale alla Formazione Roberto Lagalla. "L'emendamento presentato dal governo al testo di legge stralcio in discussione in Aula - ha sottolineato Sammartino - serve a tamponare alcune urgenze ma non risolve una serie di problemi che purtroppo gravano da anni sul mondo della formazione professionale. La commissione sta portando avanti un approfondito lavoro ascoltando tutte le parti coinvolte per predisporre una riforma della legge 24 del 1976 che non più essere rinviata".

 

Stampa Email