Ex Lsu ed appalti storici, la lettera aperta alle istituzioni di un lavoratrice

la

08.06.2020 - Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta di una lavoratrice . Contestualmente esprimiamo la nostra non condivisione  dei  commenti trionfalistici di qualche politico, o suo portaborse, relativi ad un emendamento dove alla fine esaurite tutte le procedure, forse il full-time a tempo determinato per i part-time stabilizzati sara' di due o tre mesi, fermo restando che non e' prevista  nessuna soluzione o anticipazione del bando per gli esclusi.

Vi chiediamo, ma con l'emergenza Covid, con le procedure rigide per la tutela della salute dei bambini, con  l'organico attuale non sufficiente, perche'non avete richiesto il potenziamento dell'organico Ata e Vi siete accontentati delle briciole utilizzando quattro fondi che gia' c'erano? Ma non avevate ottenuto un miliardo in piu' per la scuola? e come mai  non state utilizzando niente di piu di quanto doveva servire  per la pulizia, l'igiene, la sicurezza e la salute dei bambini?

La lettera della lavoratrice

Mi chiamo Liana Feliciotti e sono una lavoratrice in sospeso, in sospeso in tutto e per tutto, in sospeso a parametro zero senza stipendio con una misera fis del 60 per cento per ora per solo due mesi e sono in sospeso perchè non so nemmeno se potrò fare una domanda a un bando di concorso a cui ho tutti i requisiti, SOSPESA, la parola lo dice, sospesa nell'aria e non è una sensazione piacevole, hai paura di cadere, hai paura che nessuno sotto sia li con un telo da vigile del fuoco, hai paura che alla fine ti lascerai andare, il succo è questo, ho tutti i requisiti per partecipare al secondo bando dell'internalizzazione, praticamente da lavoratrice di una ditta privata in una scuola statale come addetta alle pulizie potrei essere internalizzata dallo Stato ma il problema è questo, nella mia provincia, la provincia di Viterbo sono spariti nella lista dei posti accantonati, da ottobre a gennaio, mese del primo bando di concorso, ben 8 posti a full-time, a dire il vero, in Italia ben 244 sono spariti, e se cerchi di venirne a capo e fai qualche domanda su questa sparizione, non spariscono solo i posti ma anche chi deve darti spiegazione sui posti spariti, sembra il 4 mistero di Fatima, è tutto assurdo, alcuni fonti dicono che se non hai posti nella tua provincia non puoi fare domanda al secondo bando che uscirà in autunno e alcuni invece che la potrai fare in un altra provincia, in tutto questo , tutti sembrano volerti aiutare ma io risposte non ne vedo. Combatto per 4000 esclusi da ottobre, ore passate al cellulare o al computer facendo si che qualcuno si preoccupasse dei nostri problemi invece continuo a sentirmi invisibile e anche come me tanti colleghi, ma che Italia è questa? Ma che persone siete voi che non vi prendete a cuore le persone in difficoltà, qualcuno ti dice che devi aspettare il bando e poi si vedrà, si parla di ricorsi, si parla di eventuali se si potranno fare trasferimenti, però nessuno capisce che aspettare crea ansia e l'ansia fa stare male, ti ritrovi a pensare che forse devi semplicemente trovarti un lavoro e aspettare semmai il bando con l'occasione della tua vita, e forse è cosi che devi fare, perchè sprecare giornate al pc o al telefonino, cercare sindacati o politici che ti danno risposte sembra veramente tempo perso,tanto nessuno ha veramente le prove di cio che dice,sono buona, me lo dicono tutti che sono particolarmente buona ma vorrei per un attimo far provare a chi potrebbe se davvero volesse darmi delle risposte la sensazione che prova una persona sospesa nell'aria senza paracadute...basterebbe un attimo a farvi stare male e io ormai questa sensazione la provo da settimane, se il mondo è questo, se la società è questa allora io vorrei essere di un altro mondo. Liana Feliciotti.

  • Creato il .
  • Visite: 2172