Visite agli articoli
8100620

Abbiamo 413 visitatori e nessun utente online

MERCATONE UNO ULTIME NOTIZIE

 

Gruppo Mercatone in AS, Shernon Holding, Cosmo, esito incontro MISE

Mercatone Uno: Fisascat, accordo su passaggio 13 negozi a Cosmo

Mercatone uno, siglata l’intesa sulla cessione dei 55 punti vendita acquisiti dalla Shernon holding srl.

La vertenza Mercatone Uno

Mercatone Uno, bloccato ancora una volta l'ingresso al negozio

Mercatone Uno, i negozi venduti.

Mercatone Uno, i compratori sono Shernon e Cosmo

Trovata una soluzione alla crisi di Mercatone Uno?

Mercatone Uno, si valuta una proposta di acquisizione del gruppo

Gruppo Mercatone Uno in A.S., esito incontro 15/03/2018

 

15.12.2017 -Mercatone Uno: pervenute sette offerte vincolanti per l\'acquisto dei complessi aziendali

Mercatone Uno, vendita a trattativa privata per salvare i dipendenti

23 novembre 2017

MAGIONE (Perugia) – Altro passo in avanti verso la nuova vita di Mercatone Uno. I commissari straordinari Stefano Coen, Ermanno Sgaravato e Vincenzo Tassinari hanno infatti pubblicato il nuovo regolamento di vendita a trattativa privata per la cessione dei complessi aziendali.

«Tutti i soggetti interessati – spiegano da Mercatone Uno – avranno tempo fino al 14 dicembre per presentare le proprie offerte vincolanti». Per la struttura di Magione, che continua ad avere 35 persone in cassaintegrazione (erano 40 nel 2015), è prevista la riapertura natalizia per pochi giorni. Evento spot che coincide con i giorni decisivi per la partita, il cui risultato è atteso per i primi giorni del 2018. Intanto i sindacati sono all’opera per un prolungamento dei tempi della cassaintegrazione, attualmente ferma al prossimo gennaio.
«Il nuovo regolamento – recita la nota aziendale – è caratterizzato dalla massima flessibilità per conseguire in tempi brevi le finalità della procedura di amministrazione straordinaria: salvaguardia della continuità aziendale e soddisfazione del ceto creditorio».
Le offerte andranno presentate secondo i termini, le modalità e le condizioni previsti dal regolamento di vendita disponibile sul sito www.mercatoneunoamministrazionestraordinaria.it.

Firmato intanto in Regione l’accordo di programma che porterà alla realizzazione della rotatoria allo svincolo di Magione lungo il raccordo autostradale Perugia-Bettolle, opera considerata propedeutica al rilancio del comparto commerciale dove insiste il Mercatone Uno. Nel frattempo si sono sempre susseguiti contatti tra il commissario Vincenzo Tassinari e il sindaco di Magione Giacomo Chiodini e tra quest’ultimo e lavoratori, sindacato Fisascat Cisl e Regione Umbria.

09.11.2017 - Probabile riapertura del Mercatone Uno di Genola,

03.10.2017 - Mercatone Uno, per rilanciare il gruppo si cerca la soluzione entro fine anno


13.07.2017 - Mercatone Uno: arrivano tre offerte, ma nessuna rispetta i parametri

10.05.2017 - Mercatone Uno, prorogato il termine per le offerte vincolanti

30.04.2017 -  Rinnova days, l'iniziativa di Mercatone Uno


07.04.2017 - Stroili acquista E’ Oro


09-03-2017  Brindisi, Appello degli ex dipendenti del Mercatone Uno: Noi dimenticati dalle istituzioni


07-03-2017 Festa della Donna: Mercatone Uno celebra dipendenti e clienti

 


28-02-2017  Mercatone Uno ritorna in vendita, con un nuovo, secondo, bando

 

 


23-02-2017  Mercatone Uno, ancora attese

 


 

15-02-2017   Mercatone Uno, nuovo bando commissari

 


10-02-2017  Mercatone Uno: I lavoratori vengano ricollocati al Brin Park"

 

 


04-02-2017  Il Tribunale del Riesame di Bologna ha confermato i sequestri

 


04-02-2017  Mercatone Uno Sacile, un altro anno di “cassa integrazione”


04-02-2017  Tragedia, lunedì mattina al Mercatone Uno di Carrè. Un dipendente, è stato stroncato da un malore


-01-2017   Il fallimento della Mercatone Uno


24-01-2017  NUOVO BANDO PER LA VENDITA DEL MERCATONE UNO

 


Gruppo Mercatone, Testo OO.SS. esito incontro 19/01/2017

 


22-01-2017  Mercatone Uno, fatturato di 344 milioni.  


 

22-01-2017  Mercatone Uno: fino al 2018 sarà cassa integrazione


20-01-2017  Mercatone Uno: esito incontro del 19 gennaio 2017 al MISE


19-01-2017      Mercatone Uno: dieci indagati per bancarotta fraudolenta. Sequestro da 170 milioni

 

 


31-12-2016  Sarà avviato un nuovo processo di vendita per È Oro. Secondo quanto spiegano i Commissari Straordinari di Mercatone Uno, Stefano Coen, Ermanno Sgaravato e Vincenzo Tassinari, sono infatti pervenute delle offerte di acquisto non vincolanti per l’acquisto della partecipazione rappresentativa dell’intero capitale sociale di È Oro S.r.l. e del marchio È Oro, di proprietà della Mercatone Uno Services S.p.A. in Amministrazione Straordinaria. Le offerte fanno riferimento al Bando di Gara pubblicato lo scorso 3 ottobre.

 Il nuovo processo di vendita è caratterizzato da una differente modalità di cessione, in conformità alle indicazioni ricevute dal mercato. Intanto le attività dell'insegna procedono in piena continuità aziendale.


30-12-2016  Mercatone Uno, qualcosa si muove. Con riferimento al bando di gara pubblicato lo scorso 3 ottobre, i commissari straordinari dell'azienda, Stefano Coen, Ermanno Sgaravato e Vincenzo Tassinari, hanno reso noto che sono pervenute offerte d’acquisto non vincolanti dei complessi aziendali
I commissari sottolineano che le offerte non vincolanti pervenute confermano l’esistenza di un forte interessamento per l’azienda della società È Oro Srl ed il marchio È Oro. Adesso si sta lavorando per avviare un nuovo processo di vendita, "caratterizzato da una differente modalità di cessione - spiegano gli stessi commissari -, in conformità alle indicazioni ricevute dal mercato. Le attività di È Oro procedono in piena continuità aziendale".

17-12-2016  Mercatone Uno, altre riaperture straordinarie


Mercatone Uno lancia le aperture straordinarie per Natale

Parma 14 dicembre 2016 - Riapertura straordinaria dei diciotto punti vendita del Mercatone Uno – tra cui quello parmigiano di via Fleming – «che risultavano chiusi all’avvio della procedura di amministrazione straordinaria». Per l’occasione saranno richiamati parte degli addetti dalla cassa integrazione.
Lo hanno stabilito – si legge in una nota del gruppo emiliano – i commissari Stefano Coen, Ermanno Sgaravato e Vincenzo Tassinari: questa «decisione consentirà di fornire una maggiore visibilità ai potenziali investitori sull’intero compendio aziendale». Nel dettaglio, viene sottolineato in una nota del gruppo, «i diciotto punti vendita sospesi hanno riaperto nello scorso weekend e così avverrà anche nelle giornate del 16-17-18 dicembre, con un’offerta merceologica incentrata su complementi d’arredo, piccolo elettrodomestico e decorazioni per la casa, mirata a rispondere ai consumi natalizi delle famiglie». Oltre al punto vendita di via Fleming, i negozi che riapriranno in via straordinaria sono a Mirabella Eclano (Av); Arzano nel Napoletano; Sorbara (Mo); Cerasolo di Coriano (Rm); Reana del Rojale (Ud); Viterbo; Pessano con Bornago (Mi); Serravalle Scrivia (Al); Genola (Cn); Romagnano Sesia (No); Brandizzo e Mappano di Caselle (To); Brindisi; Magione (Pg) e Curtarolo e Tribano (Pd) e Navacchio (Pi).
I commissari straordinari di Mercatone Uno, inoltre hanno predisposto il nuovo bando per la cessione delle aziende in amministrazione straordinaria, in via di approvazione, che contiene condizioni di vendita più flessibili e coerenti con le aspettative del mercato, rivolgendosi al più ampio numero di operatori interessati al business. «Si conferma così l’obiettivo di giungere alla conclusione del percorso di rilancio e cessione del gruppo – conclude la nota – nel rispetto dei tempi previsti dalla procedura»
.


Mercatone riapre solo per le feste:
richiamati i lavoratori cassintegrati

07-12-2016 Riaprono le sedi del Mercatone Uno di Tribano e di Curtarolo, ma è un'apertura straordinaria, colo per le festività natalizie. La decisione, che riguarda diciotto punti vendita in tutta Italia, è stata presa dai commissari straordinari di Mercatone Uno (Stefano Coen, Ermanno Sgaravato, Vincenzo Tassinari) che hanno deliberato la riapertura dei negozi che risultavano chiusi all'avvio della procedura di amministrazione straordinaria nella primavera del 2015.

Le due sedi padovano torneranno in attività nei due week end centrali di dicembre, con il richiamo al lavoro di parte degli addetti in cassa integrazione. «L'offerta sarà mirata sui consumi natalizi delle famiglie», fanno sapere i commissari, che hanno deciso la riapertura per rendere più apprezzabile l'intero compendio aziendale in vista della pubblicazione del nuovo bando per la vendita. Nelle intenzioni degli attuali amministratori c'è la volontà «di fornire una maggiore visibilità ai potenziali investitori sull'intero compendio aziendale - recita una nota - I punti vendita sospesi, tra i quali Tribano e Curtarolo nel Padovano, riapriranno nei week end del 9-10-11 dicembre e 16-17-18 dicembre, con un'offerta merceologica incentrata su complementi d'arredo, piccoli elettrodomestici e decorazioni per la casa, mirata a rispondere ai consumi natalizi delle famiglie». Per quanto riguarda Tribano e Curtarolo i lavoratori interessati dovrebbero essere al massimo una ventina: a Noventa Padovana c'è un terzo punto vendita rimasto regolarmente aperto.

28-10-2016  Mercatone Uno, colloqui a Roma per il nuovo bando

 


21-10-2016 Un gruppo di lavoratori del «Mercatone Uno» di Mappano ha manifestato, l'altra mattina, sotto le finestre della Regione Piemonte a Torino. «In questo momento non ci sono certezze - dicono lavoratori e sindacalisti - lo store di Mappano è già stato ristrutturato ed è pronto per essere riaperto. Per il momento, però, non è stata fatta arrivare nei magazzini la merce e nessuno ha ancora comunicato nulla». La manifestazione si è conclusa nel pomeriggio dopo l'incontro con l'assessore regionale al Lavoro, Gianna Pentenero.

«Sapevo che la riapertura fosse questione di tempo - ha spiegato ai lavoratori - ma non che lo store fosse stato totalmente ristrutturato e che vi fosse stato un rinvio a tempo indeterminato per il ritorno all’attività. Urge chiarezza su questa vicenda». I sindacati hanno chiesto alla Regione di attivarsi con i commissari che stanno gestendo la delicata partita del Mercatone Uno a livello nazionale per fare in modo che anche il centro commerciale di Mappano rientri nel bando di vendita degli store.

Nel frattempo, visto che i lavori si sono conclusi, basterebbe portare la merce per riaprire il punto vendita. L'auspicio dei dipendenti è di poter tornare a lavorare entro Natale.12-10-2016 La Regione Piemonte verificherà che il punto vendita di Mappano del Mercatone Uno venga inserito dai commissari straordinari nel nuovo bando di gara per la vendita del gruppo e cercherà di tutelare tutti i livelli occupazionali: lo ha dichiarato l’assessora al Lavoro nel corso dell’audizione di una rappresentanza dei lavoratori dei magazzini di Mappano e Brandizzo, che si è tenuta questo pomeriggio a Palazzo Lascaris.

 

I dipendenti, attualmente in cassa integrazione, attendevano l’apertura del punto di Mappano già nel 2016, come da accordi del tavolo ministeriale. Essendo andata deserta la l’amministrazione straordinaria fallimentare ha invece comunicato che il riavvio dell’attività avverrà a gennaio. Nel frattempo, però, si sta predisponendo la procedura per una nuova gara, che potrebbe non comprendere più gli esercizi commerciali già chiusi. I lavoratori hanno quindi chiesto e ottenuto rassicurazioni in merito al fatto che l’assessorato si farà parte attiva per fare in modo che il punto di Mappano venga confermato tra quelli ancora attivi e che si possa riassorbire nell’ambito del gruppo tutto il personale.

 

 


12-10-2016 La Regione Piemonte verificherà che il punto vendita di Mappano del Mercatone Uno venga inserito dai commissari straordinari nel nuovo bando di gara per la vendita del gruppo e cercherà di tutelare tutti i livelli occupazionali: lo ha dichiarato l’assessora al Lavoro nel corso dell’audizione di una rappresentanza dei lavoratori dei magazzini di Mappano e Brandizzo, che si è tenuta questo pomeriggio a Palazzo Lascaris.

 

I dipendenti, attualmente in cassa integrazione, attendevano l’apertura del punto di Mappano già nel 2016, come da accordi del tavolo ministeriale. Essendo andata deserta la l’amministrazione straordinaria fallimentare ha invece comunicato che il riavvio dell’attività avverrà a gennaio. Nel frattempo, però, si sta predisponendo la procedura per una nuova gara, che potrebbe non comprendere più gli esercizi commerciali già chiusi. I lavoratori hanno quindi chiesto e ottenuto rassicurazioni in merito al fatto che l’assessorato si farà parte attiva per fare in modo che il punto di Mappano venga confermato tra quelli ancora attivi e che si possa riassorbire nell’ambito del gruppo tutto il personale.



I Commissari straordinari di Mercatone Uno in AS hanno reso noto alle OO.SS. Fisascat-Cisl, Filcams-Cgil e Uiltucs, nella giornata dello scorso 8 settembre,  che non hanno ricevuto offerte d’acquisto dell’intero compendio aziendale nei termini previsti dal bando pubblicato lo scorso 16 giugno, ma unicamente manifestazioni di interesse non vincolanti.

In termini pratici, i Commissari straordinari dovranno ora predisporre e pubblicare un altro bando di gara per la cessione del compendio aziendale, che, a detta degli stessi, “sarà finalizzato al raggiungimento degli obiettivi della Procedura di Amministrazione Straordinaria: continuità aziendale, tutela occupazionale, soddisfazione dei creditori”.
Dai responsabili della procedura è stato altresì manifestato un giudizio positivo in tema di risultati commerciali raggiunti; parrebbe, infatti,   che la quota di mercato di Mercatone Uno abbia raggiunto nello scorso mese di luglio il 9,4% (contro il 6,6% del luglio 2015)

Terrore al Mercatone Uno: 2 rapinatori con pistola seminano il panico fra i clienti per razziare gioielli

30 luglio 2016

Terrore al Mercatone Uno. Erano da poco passate le 19 di stasera quando due rapinatori a mano armata sono entrati in azione nel capannone di strada dei Pioppi, a due passi dal casello autostradale dell’A14 di Pesaro.

I malviventi – entrambi coi volti travisati da passamontagna e con pistole che non si sa se fossero vere o giocattolo – si sono diretti verso la gioielleria posta all’entrata. Prima di fracassare la vetrina con delle mazze, e razziare ori e preziosi per un valore complessivo di circa 15mila euro, hanno intimato a alcuni clienti che erano presenti in quel momento di prechiusura di sdraiarsi con la faccia a terra, al più classico grido “Fermi, questa è una rapina”.

Minuti interminabili di terrore e poi la fuga con una Lancia Ypsilon la cui targa, però, è risultata rubata. Sul posto si è fiondata immediatamente la polizia, che ha iniziato fin da subito a visionare i filmati delle telecamere a circuito chiuso del Mercatone Uno. A quanto trapela, i due rapinatori sarebbero italiani, visto che alcuni testimoni avrebbero raccontato di aver sentito un inflessione tipicamente meridionale.

 


15-07-2016  I commissari straordinari delle società di Mercatone Uno in amministrazione straordinaria - Stefano Coen, Ermanno Sgaravato e Vincenzo Tassinari - hanno incontrato al Ministero dello sviluppo economico i rappresentanti nazionali e territoriali delle organizzazioni sindacali, numerosi rappresentanti delle regioni interessate ed i componenti della task force governativa che segue la procedura di amministrazione straordinaria del gruppo italiano della distribuzione del mobile e del complemento d’arredo.

 

Base d’asta 280 milioni

Sono stati illustrati i contenuti del bando di gara per la vendita dell’intero compendio aziendale, pubblicato lo scorso 16 giugno, in scadenza il 7 settembre e rivolto ad operatori industriali e finanziari che possano garantire una concreta prospettiva di rilancio industriale; la base d’asta è di 280 milioni di euro. Ribadita la validità degli obiettivi indicati nell’integrazione del Piano triennale dei commissari, approvata dal Ministero il 20 maggio 2016: previsione di fatturato a 400 milioni di euro per l’anno in corso, a fronte dei 347 milioni di euro registrati nel 2015.


Riaperture

Nel corso dell’incontro i commissari hanno confermato che, in presenza delle necessarie condizioni organizzative, economiche e finanziarie, è prevista la riapertura dei punti vendita di Mappano (To) e Arzano (Na), con conseguente aumento a 61 del totale dei punti vendita operativi rispetto ai 42 aperti all’inizio della procedura di amministrazione straordinaria, che ha consentito la salvaguardia di migliaia di posti di lavoro, garantendo continuità di retribuzione e di ammortizzatori sociali a tutti i lavoratori favorendo, nel contempo, la ricollocazione di quanti, attraverso la mobilità non oppositiva, hanno avuto l’opportunità di trovare altri posti di lavoro.

Oltre 3 mila dipendenti

Il 27 maggio, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha concesso, sino al 14 gennaio 2017, la proroga della CIGS scaduta il 6 aprile. I dipendenti del Gruppo Mercatone Uno sono 3.345 (al 30 aprile 2016), in crescita rispetto all’avvio dell’Amministrazione Straordinaria, anche a seguito della stabilizzazione, con contratto di lavoro a tempo indeterminato, di 254 lavoratori già occupati con contratto di associazione in partecipazione. L’attività dei commissari ha consentito la ripresa dell’attività caratteristica, il ripristino di positive relazioni con clientela, fornitori, lavoratori e organizzazioni sindacali senza fare ricorso a finanziamenti esterni.


 

(ANSA) - BOLOGNA, 13 LUG - Il Mercatone Uno non sarà 'spacchettato', ma sarà venduto in maniera unitaria, anche se la prima asta dovesse andare deserta. Lo fa sapere la Regione Emilia-Romagna che ha riferito dell'esito dell'incontro con i commissari dell'azienda che si è svolto al Ministero dello Sviluppo economico.
Per la vendita del Mercatone Uno è aperto un bando, che scadrà il 6 settembre e che prevede la vendita dei 79 negozi con una base d'asta di 280 milioni. I commissari del gruppo - ha riferito la Regione - confermano un bando unico anche nel caso in cui la prima gara andasse deserta, allontanando così la preoccupazione per una possibile vendita frazionata.
"Nell'apprezzare il lavoro svolto finora dai commissari - ha detto l'assessore alle Attività produttive, Palma Costi - ci auguriamo che la vendita vada a buon fine e che vengano salvaguardati il più possibile punti vendita e posti di lavoro di una realtà importante anche per il nostro territorio. La Regione continuerà a seguire gli sviluppi della vicenda".


 

Mercatone Uno: in attesa dell’asta si allarga il perimetro dei pv

Mercatone Uno: in attesa dell’asta si allarga il perimetro dei pv

Prevista la riapertura di due store. Confermata la previsione di fatturato di 400 mln per il 2016

I commissari straordinari di Mercatone Uno hanno incontrato ieri, presso il Ministero dello Sviluppo Economico, i rappresentati sindacali, delle regioni interessate per la presenza di negozi dell’insegna e il gruppo di lavoro governativo che segue la procedura di amministrazione straordinaria del Gruppo. Obiettivo è stato quello di monitorare l’andamento di quest’ultimo “e le azioni volte alla salvaguardia occupazionale e dei creditori”. I traguardi previsti dal piano triennale dei commissari è stato riconfermato: previsione di chiusura del 2016 a 400 milioni di euro, contro un fatturato di 347 milioni nel 2015. I commissari inoltre hanno dichiarato che, poste le adeguate condizioni, è prevista la riapertura di due punti vendita: Mappano (To) e Arzano (Na); si arriverebbe così a 61 store rispetto ai 42 attivi all’avvio dell’amministrazione straordinaria.

Inoltre, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha concesso la proroga fino al 14 gennaio 2017 della Cgis scaduta ad aprile, mese in cui i dipendenti del Gruppo risultavano 3.345, in crescita anch’essi rispetto alla data di apertura dell’amministrazione straordinaria.

Tali risultati potrebbero risultare interessanti per coloro che sono interessati al bando di gara per l’acquisto di Mercatone Uno, pubblicato lo scorso giugno e che scadrà il 7 settembre. La base d’asta è stata fissata a 280 milioni di euro.


08-07-2016  A seguito della procedura di licenziamento collettivo avviata dal Gruppo Mercatone Uno S.p.A., il Ministero dello Sviluppo Economico ha convocato le parti per il 12 luglio 2016, alle ore 15.00, in Roma – Via Molise 2, primo piano – […]

 


Avvio procedura licenziamenti collettivi a Mercatone Uno, a rischio 3.212 dipendenti in tutta Italia. 199  in Sicilia

 

06-07-2016    Mercatone Uno ha  inviato alle Organizzazioni Sindacali la comunicazione di avvio della procedura di riduzione personale.  “Il criterio di scelta del personale da collocare in mobilità – dice Mimma Calabrò Segretario Generale Fisascat Cisl Sicilia – verrà individuato tra i lavoratori che non si opporranno al licenziamento collettivo e sarà oggetto di discussione nel corso dell’esame congiunto con le Organizzazioni Sindacali, presumibilmente, già il prossimo 12 luglio presso il Ministero dello Sviluppo Economico”.  Sono oltre 3000 i lavoratori impiegati sull’intera rete vendita nazionale, di cui 199 nei punti di vendita di Palermo, Carini e Misterbianco che attendono di conoscere cosa sarà del loro futuro”  “Tutto appare strettamente legato – aggiunge Calabrò – all’esito del bando d’asta per la cessione in continuità, utile a ricercare acquirenti per l’intero perimetro aziendale che conta quasi 80 negozi di cui, parte, già chiusi al pubblico”.

Marianna Flauto, alla guida della Uiltucs Sicilia, rassicura i lavoratori: “L'azienda dichiara chiaramente che la procedura è finalizzata a favorire la ricollocazione del personale ed è su base volontaria. In questo momento sono aperti dei tavoli a livello nazionale in cui si discute di salario variabile, una sorta di premio sulle vendite che solitamente è sintomo che l'azienda crede ancora sulla continuità”.

Il Gruppo Mercatone Uno, presente sul mercato da quasi 40 anni, conta oggi 79 punti vendita di insegna, tutti in Italia, con oltre 3 mila dipendenti e circa 11 milioni di clienti. Nell’Isola 48 dipendenti si trovano a Carini (di cui 11 operai e gli altri impiegati), 102 a Misterbianco (13 gli operai) e 49 a Palermo (con tre soli operai e tutto gli altri impiegati). Mercatone Uno è in amministrazione straordinaria e i commissari da tempo tentato la vendita del colosso.

A metà giugno è stato pubblicato un bando per la vendita dell'intero complesso. Mercatone Uno all’asta per 280 milioni


Nei mesi scorsi l'azienda in una nota aveva evidenziato il “perdurare della crisi e il continuo calo dei consumi particolarmente grave nel settore dei beni durevoli, che ha determinato una costante riduzione del fatturato, il tutto aggravato dal contesto deflazionistico a cui conseguono prezzi di vendita sempre più bassi e perdita di marginalità".