Visite agli articoli
5927555

Abbiamo 493 visitatori e nessun utente online

Dal 2 settembre 80€ AL MESE per ogni componente della famiglia: CHI NE HA DIRITTO


Dal 2 settembre 80€ AL MESE per ogni componente della famiglia: CHI NE HA DIRITTO

 


 

il modulo di domanda per il sostegno all’inclusione attiva (SIA). Modulo di domanda e flusso informatico.

 

Importantissime novità, dal 2 settembre, relativamente alle famiglie svantaggiate: quelle in cui vi sono minorenni o figli disabili o donne in stato di gravidanza accertata. Questi nuclei potranno chiedere all’Inps, tramite il proprio Comune di residenza, il sostegno per l’inclusione attiva (SIA). si tratta, in sostanza, di un supporto economico erogato ogni 2 mesi sulla base di un progetto di collaborazione proposto dai servizi sociali comunali con i servizi per l’impiego, i servizi sanitari e le scuole nonché con soggetti privati ed enti no profit.

Ecco come richiedere il contributo

L’obiettivo è quello di aiutare le famiglie che vivono al ridosso della povertà con un contributo mensile di 80 euro per ogni componente. Può accedere al contributo: a) cittadino italiano o comunitario ovvero familiare di cittadino italiano o comunitario titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente ovvero cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo; b) residente in Italia da almeno 2 anni (al momento della presentazione della domanda). I requisiti per accedere al SIA saranno accertati dal Comune di residenza, che provvederà anche a valutare che la famiglia del richiedente non possieda: a) autoveicoli immatricolati la prima volta nei dodici mesi antecedenti la richiesta; b) autoveicoli di cilindrata superiore a 1.300 cc (250 cc in caso di motoveicoli) immatricolati la prima volta nei 3 anni precedenti la richiesta. Il SIA sarà erogato dall’Inps finché la famiglia versi in difficoltà economiche di questo genere (accertata dalla stessa Inps): 1. nucleo familiare in cui vi sia (alternativamente o congiuntamente) un componente di età minore di 18 anni; una persona con disabilità e almeno un suo genitore;i una donna in stato di gravidanza accertata; 2. condizione economica caratterizzata da: reddito ISEE inferiore o uguale a 3.000 euro; altri eventuali trattamenti economici di natura previdenziale, indennitaria o assistenziale a qualunque titolo concesso dallo Stato o da altre pubbliche amministrazioni non devono essere superiori a 600 euro mensili; nessun componente della famiglia titolare di prestazioni di assicurazione sociale per l’impiego (NASpI), assegno di disoccupazione (ASDI), altro ammortizzatore sociale di sostegno al reddito in caso di disoccupazione involontaria, carta acquisti sperimentale.