Mobilità scuola 2021/2022 - La normativa e gli approfondimenti per presentare domanda di trasferimento volontaria,

 

Mobilità scuola 2021/2022 personale docente, educativo e ATA

La normativa e gli approfondimenti per presentare domanda di trasferimento volontaria, da un grado di scuola ad un altro (passaggio di ruolo) oppure, nell’ambito della scuola secondaria, dall’insegnamento in una classe di concorso ad un'altra (passaggio di cattedra) o per cambiare profilo.

La mobilità del personale docente, educativo ed ATA (amministrativo, tecnico e ausiliario) della scuola è regolata dal contratto collettivo nazionale integrativo. Il //www.flcgil.it/@3950485">CCNI per il triennio 2019-2022 è stato sottoscritto in via definitiva il 6 marzo 2019.
Il nuovo contratto integrativo regola tutte le procedure della mobilità per tre anni scolastici. La possibilità di presentare domanda di mobilità, invece, rimane garantita ogni anno.

Ultimi aggiornamenti | Scadenze (in preparazione)
Scheda di sintesi (in preparazione)

Le Ordinanze ministeriali, di prossima pubblicazione, danno attuazione alle norme contrattuali ed avviano le procedure di presentazione delle domande e definiscono il calendario di tutte le operazioni connesse. 

Scheda di sintesi dei principali contenuti (in preparazione)
Nella nostra scheda di sintesi è riassunta la normativa che richiama il CCNI; sono fornite, anche utili informazioni per risolvere quesiti ed eventuali problemi legati alla compilazione delle domande.

Accesso ad istanze online
Chi è già accreditato per la presentazione di precedenti istanze può utilizzare le medesime credenziali (verificare che l’indirizzo di posta elettronica indicato sia funzionante e che la casella non sia piena). Chi non si è mai registrato può farlo fin da ora: ecco come.

Allegati alle domande: dichiarazioni e autocertificazioni
I modelli per la dichiarazione dei servizi e della continuità sono contenuti nell’ordinanza ministeriale. Inoltre, altri documenti sono necessari per autocertificare requisiti e stati indicati nella domanda stessa. I principali sono: dichiarazione personale che contiene tutte le altre autocertificazioni, dichiarazione del diritto al punteggio aggiuntivo, dichiarazione del diritto alla precedenza legge 104/92.