Scuole, 14 febbraio, sciopero docenti ed ATA

MIUR

14 febbraio, sciopero docenti ed ATA


Con la circolare in allegato Il Miur comunica agli Uffici Scolastici Regionali ed alla Commissione di Garanzia  per l'attuazione della legge sullo sciopero nei servizipubblici essenziali che gli scioperi sono stati proclamati dalle seguenti sigle sindacali:

    CUB SUR: personale docente, ata, educatore e dirigente, a tempo indeterminato e determinato nonché personale con contratto atipico;
    ADL-COBAS: personale docente a tempo indeterminato e determinato, atipico Ata e precari della scuola;
    USI-Educazione (aderente all’USI CIT): personale docente a tempo indeterminato e determinato, atipico, Ata e precari della scuola;
    SGB-Sindacato Generale di Base: personale docente, Ata ed educatori dei Convitti, a tempo determinato e indeterminato, in Italia e all’estero.

Agli scioperi in questione hanno aderito:

    Il sindacato SIAL COBAS;
    il Coordinamento Nazionale Precari della Scuola.

La Circolare del MIUR


 

Le dichiarazioni dei sindacati

Lo sciopero della scuola per il 14 febbraio  è proclamato dalle sigle sindacali CUB SUR, ADL-COBAS, USI-Educazione, SGB-Sindacato Generale di Base, con l'adesione del SIAL-COBAS e del Coordinamento Nazionale Precari della Scuola, lezioni a rischio.

Una mobilitazione indetta contro il precariato. "A fronte di oltre 170mila contratti a tempo determinato, stipulati nell'anno scolastico 2019/2020, il Governo Conte vorrebbe risolvere la questione del precariato con un concorsino per soli 24mila posti nella sola scuola secondaria. La questione del precariato della scuola italiana viene da lontano e, purtroppo, sopravviverà anche ai prossimi concorsi poiché si fonda su un consenso politico trasversale. Lavorare da precari - scrive il sindacato SGB - significa non avere certezza di nulla: nessuna garanzia lavorativa per una massa di docenti esclusi da fondamentali diritti economici (scatti stipendiali, permessi retribuiti, bonus di 500 euro della carta docente) e nessuna garanzia di continuità didattica per gli alunni e le famiglie. Il personale precario della scuola (docenti e ATA) costituisce un enorme esercito di riserva a basso costo, utile anche a condizionare negativamente i livelli salariali del personale in servizio a tempo indeterminato".

La scuola del Lazio senza Direttore, fermi concorsi e procedure: lavoratori pronti alla protesta

Federazione Nazionale CUB Scuola Università e Ricerca. “

"La nostra parola d’ordine: 24000 non bastano! Cosa vogliamo? Assunzioni su ogni cattedra disponibile. A fronte quest’anno di una cifra record di 150.000 supplenze annuali assegnate a docenti precari di seconda e terza fascia l’unica vera richiesta che può risolvere il problema del precariato nella scuola italiana è: stabilizzazione per tutti/e" -

Le motivazioni dello sciopero

Le motivazioni alla base dello sciopero scuola del 14 febbraio sono diverse e riguardano i docenti precari e non.

Lo sciopero riguarda principalmente la prima categoria e il pomo della discordia è il concorso scuola straordinario per la secondaria di I e II grado che a detta della ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina dovrebbe essere bandito a breve insieme a quello ordinario.

I docenti precari con almeno 3 anni di servizio che parteciperanno al concorso scuola straordinario saranno in sciopero perché ciò che viene contestata è la procedura di concorsuale che consiste in 80 domande a risposta multipla a cui rispondere in 80 minuti e che a detta degli stessi fa riferimento a un nozionismo inutile che non tiene conto della reale preparazione e capacità degli insegnanti.