Formazione, i lavoratori non possono essere presi in giro

 

Luglio 2020 -  Rivedendo le immagini della protesta disperata del lavoratore della formazione,  restiamo perplessi e sconcertati nel vedere la reazione di qualcuno che si trovava nella stanza dell' assessore Lagalla. 

Lo stesso assessore, restava insensibile davanti alla disperazione del lavoratore che aveva perso la sua casa. Infatti non avendo più' pagato il mutuo, la banca gli aveva tolto la casa!.

Non solo ma l'assessore della della formazione ha fatto di più ......ha denunciato il lavoratore alla Digos.

È bene ricordare che migliaia di lavoratori della formazione professionale si trovano nella situazione di avere perso il lavoro  per colpa di alcuni esponenti della politica siciliana e non solo, ma a causa del fallimento degli enti, di appartenenza, hanno perso insieme al lavoro diversi stipendi.

A questo si aggiunge che non hanno ricevuto da parte della regione le somme relative al fondo di garanzia dal 2012 al 2015 che  per alcuni lavoratori, ammontano anche a 6000 euro.

Precisato questo forse l' assessore farebbe meglio a prodigarsi per sbloccare le somme del fondo di garanzia.

Ed in tutto questo il Presidente Musumeci, non proferisce parola.

  • Creato il .
  • Visite: 1647