Formazione, SIFUS CONFALI: continua il pressing sulla Regione

 

for

Formazione, SIFUS CONFALI: continua il pressing sulla Regione, lunedi 16 dicembre, è indetto un presidio di protesta sotto l'ufficio legale e legislativo della regione in Palermo per rivendicare l'accelerazione del parere sull'esistenza in vita della legge 25/93.

COMUNICATO STAMPA F.P.


15.12.2019 - ll SIFUS CONFALI ha incontrato l'Assessore Reg.le al Lavoro, on. Scavone per trattare la nostra piattaforma che rivendica la ricollocazione di tutta la platea degli ex dipendenti della formazione, contestualmente, organizza, da lunedi
16 dicembre, un presidio di protesta sotto la sede dell'ufficio legale e legislativo della regione siciliana per rivendicare il parere sull'esistenza in vita della lex 25/93.

Non vi è ombra di dubbio che rispetto alle sorti degli ex dipendenti della formazione professionale tra i governi Lombardo e Crocetta e l'attuale Governo Musumeci, almeno a parole, ci sia una evidente discontinuità.
I primi 2 governi si sono vantati oltre che di aver licenziato i lavoratori, di averlo fatto con il consenso dei sindacati firmatari, quest'ultimo, continua a dichiararsi disponibile a ricollocarli.

Questa discontinuità, tutta ancora da dimostrare nella sostanza, ha bisogno di tempi tecnici (difficili da sopportare per gli ex lavoratori ridotti alla fame), di sposare una piattaforma che miri alla ricollocazione di tutti gli ex dipendenti e
di un sindacato serio capace di incalzare le azioni assessoriali e ministeriali standogli col fiato sul collo.

Per queste ragioni, anche in occasione del tavolo separato avuto dal SIFUS il 10 dicembre u.s, presso l'Assessorato del Lavoro ( presenti l'assessore, on. Scavone e alti dirigenti) in cui è stata presentata la propria piattaforma,
l'applicazione della lex 25/93, è stata posta al centro della discussione.

Tuttavia, dal tavolo medesimo sono emerse luci ed ombre: le prime, riguardano la possibilità di accesso al personale ATA e all'ANPAL oltre che il concorso pubblico, in 3 anni, che interesserebbe dalle 1200 alle 1500 unità ( naturalmente abbiamo preteso la fissazione dei dovuti paletti pro tutta la platea), i famosi 50 milioni disponibili all'assessorato alla formazione e la definizione di un elenco definitivo e serio degli ex dipendenti contenente la data di assunzione storica; le seconde, hanno riguardato la non disponibilità da parte di Roma ai pre-pensionamenti ( se non con fondi propri), anche se rispetto a questo tema intendiamo tornarci al tavolo romano poiché riteniamo che ci siano le condizioni per accedere a quanto riservato alle cosiddette "grandi crisi aziendali". Inoltre, lungaggini varie su altre possibili soluzioni.

In questi giorni, il Ministero del Lavoro, On. Catalfo incontrerà sia l'assessore reg.le Scavone (Lavoro) che l'Assessore reg.le Lagalla (Formazione) per fare il punto sulle questioni propedeutiche a definire un accordo istituzionale tra le
parti e i sindacati.

Il compito del SIFUS, è quello di seguire tutte gli aspetti della vertenza rimanendo appiccicati col fiato sul collo dei soggetti istituzionali interessati in maniera da stimolarli e condizionarli nella direzione della ricollocazione di tutti.

Pertanto, lunedi 16 dicembre, è indetto un presidio di protesta sotto l'ufficio legale e legislativo della regione in Palermo per rivendicare l'accelerazione del parere sull'esistenza in vita della legge 25/93.
Catania 12 dicembre Il Segretario Reg.le F.P – Costantino Guzzo
Il Segretario Gen.le SiFUS CONFALI – Maurizio Grosso

  • Visite: 2758