Ex lsu ed appalti storici, la situazione ad oggi 13.12.2019

 sen

13.12.2019 - Come è noto la domanda  di partecipazione alla procedura deve essere presentata, a pena di esclusione, entro le ore 14,00 del 31 dicembre 2019, a partire dalla pubblicazione del  bando sul sito internet del MIUR e degli Uffici scolastici regionali interessati. Stabilizzazione ex LSU e Appalti storici: Procedura selettiva per la internalizzazione dei servizi

La Tabella dei posti disponibili ed il bando del Concorso

Intanto ai molti lavoratori che ci  chiedono notizie sulla decorrenza dei licenziamenti, ricordiamo che nell'incontro che si è tenuto giorno 11.12. 2019 al Ministero del lavoro su proposta del Ministero del Lavoro vista la conferma delle risorse di “scuole belle” per i mesi di gennaio e febbraio, verrà attivato, entro il 23 dicembre, il Tavolo di Monitoraggio presso il MIUR per un confronto sui tempi e le modalità di utilizzo.

Le Organizzazioni Sindacali, hanno fatto inserire nel Verbale la richiesta di soluzioni per la situazione insostenibile dei lavoratori del Lotto6 e l’esigenza che venga attivato un tavolo di confronto interministeriale, come richiesto da tempo, per trovare soluzioni in grado di garantire continuità occupazionale e reddituale a tutti i lavoratori attualmente impiegati negli appalti scuole.

Le Parti proseguiranno  il confronto con un nuovo incontro da tenersi il giorno 9 gennaio 2020. Appalti Scuole, esito incontro Ministero del Lavoro deL 11/12/2019

Infine per quanto riguarda i Lavori al Senato,  Il testo, per l'approvazione del D.L. approderà, in Aula  il 16 dicembre ed entro e non oltre il 21, sarà votato.

Intanto nei lavori in 7 Commissione,al Senato, salvo eventuale approvazione,  sono stati presentati gli emendamenti ed il seguente ORDINE DEL GIORNO presentato dai Senatori  Parente e Sbrollini:

-premesso che il provvedimento in esame, prevede di posticipare di due mesi l'internalizzazione dei servizi di pulizia;  le procedure previste dalla legge di conversione, pur migliorando il testo del Decreto, escludono tuttora dalla internalizzazione una quota, stimata in almeno 4.000 unità di personale, di chi è attualmente impiegato presso le aziende vincitrici degli appalti di pulizia; l'internalizzazione porterà quindi alla perdita dell'impiego e del reddito da esso derivante lavoratori e lavoratrici, appartenenti per lo più a categorie svantaggiate;            
la proroga è stata finanziata in gran parte attingendo al Fondo per il funzionamento delle istituzioni scolastiche, chiedendo quindi un ulteriore sacrificio al sistema scolastico.
impegna il Governo a:            
1) farsi carico del problema sociale, civile ed economico per le migliaia di lavoratori e lavoratrici esclusi dalla internalizzazione con particolare riguardo alla copertura della Naspi come previsto dai comma 31 e 35 della legge 92/ 2012;    

2) garantire che i servizi di pulizia di tutte le scuole del sistema diistruzione  possano  disporre  di  un  numero  adeguato  di  personale  impiegato, anche valutando la possibilità di aumentare l'organico destinato a questi servizi;       

3) individuare le risorse necessarie per far fronte agli impegni precedenti senza prevedere un'ulteriore riduzione dei finanziamenti alle scuole,dando a MIUR e MLPS risorse aggiuntive adeguate.

Clicca qui per tutti gli emendamenti presentati al Senato

 


 

  • Visite: 7918