Visite agli articoli
10797296

Abbiamo 215 visitatori e nessun utente online

Autogrill, esito incontro del 04.12.2018

333
 

 autogrill

 

Autogrill, urgente avviare un confronto a livello locale

Comunicato sindacale

Il 4 dicembre 2018 a Roma si è tenuto il previsto incontro con la direzione Autogrill Spa finalizzato a fare il punto su una serie di rilevanti questioni aperte.

In apertura l'azienda ha presentato la nuova riorganizzazione interna della gestione risorse umane che prevede la seguente suddivisione di ruoli e responsabilità: Lorenzo Mazzi (canale autostradale area Centro Nord); Saverio Secondulfo (canale autostradale area centro sud, aereoporti, fiere); Alessandro Premoli (canale urbano); Flaminia Monetti (Nuova Sidap). Giuseppe D’Ottavio assume funzioni di staff.

Al 30 novembre 2018, per effetto degli accordi sull’accesso alla iso-pensione sottoscritti nel marzo scorso dalle parti, sono usciti dal Gruppo Autogrill 140 lavoratori di cui: 13 risorse della sede di Milano, 12 direttori, 1 manager, 1 OTM, 10 RDS, 103 operatori multiservizi.

L’azienda ha teso a specificare che da inizio anno, a prescindere da quanto previsto dai suddetti accordi in materia di riequilibrio degli organici, sono state già effettuate 112 assunzioni a tempo indeterminato.

Filcams, Fisascat e UILTuCS hanno rilevato come sia urgente procedere all’apertura di una stagione di confronto locale a partire da gennaio ’19 con i delegati nei punti vendita al fine di verificare nuovi inserimenti e soprattutto concordare i consolidamenti degli orari dei lavoratori par time, in applicazione all’accordo per isopensione nonché in attuazione del Cia.

Inoltre, in vista del periodo natalizio di fine anno i sindacati hanno chiesto con urgenza di bilanciare al meglio gli organici (anche con l’inserimento di tempi determinati) in vista di un oggettivo incremento delle attività commerciali.

Il 2018 è stato un anno non facile sul piano delle vendite per Autogrill che ha registrato una diminuzione del traffico sulle autostrade e un contestuale aumento del volume di affari degli aeroporti.

Il mercato della ristorazione commerciale appare sempre più competitivo anche per effetto dell’ingresso di nuovi piccoli operatori particolarmente aggressivi.

I rappresentanti sindacali hanno unitariamente evidenziato il loro sforzo per estendere la contrattazione aziendale alle imprese di settore che ne sono prive o che hanno accordi in ultravigenza, anche per cercare di arginare l’evidente e generalizzato fenomeno di progressivo deterioramento delle condizioni di lavoro.

L’azienda ha comunicato poi le nuove acquisizioni di locali per effetto delle gare (Brindisi, Salerno Est, Sala Consilina Est e Ovest, Novate) cui si aggiungono diverse nuove aperture.

Le chiusure e le cessioni hanno invece riguardato: Catanzaro, San Lorenzo Est, Carugate, Salerno Ovest , Tarsia Est e Ovest, Mantova outlet, Silva, Dante, Dogana (Milano).

Le organizzazioni sindacali hanno chiesto che a inizio del 2019 vengano attivate tutte le commissioni bilaterali previste dal Cia con particolare riferimento a quella sul salario variabile (anche a fronte di incongruità e difficoltà di interpretazione dei dati di volta in volta comunicati) e quella sulle pari opportunità (che all’oggi non è stata ancora convocata).

Sulla delicata partita del lavoro festivo, Autogrill ha comunicato ai sindacati che tale tema sarà oggetto di una imminente richiesta di incontro da parte di Fipe Confcommercio alle Segreterie Nazionali di Filcams, Fisascat e Uiltucs, essendo questo argomento di interesse più ampio rispetto a quello della sola contrattazione aziendale.

I rappresentanti dei lavoratori hanno convenuto sul fatto che sia opportuno, in questa fase, spostare l’interlocuzione a un livello più ampio, rimarcando però nel contempo che, qualora il confronto non produca una sintesi soddisfacente, il tema verrà di nuovo fatto oggetto di negoziazione integrativa.

La direzione aziendale ha informato le tre organizzazioni sindacali infine della sua intenzione di modificare gli strumenti di indagine della customer satisfaction aumentando le visite (A.E.A) durante l’anno e sostituendo l’attuale modalità di indagine (Feel Good) con la reintroduzione del mistery client.

Pur muovendosi l’azienda nel totale rispetto di quanto previsto in materia dal Contratto Integrativo Aziendale, Filcams, Fisascat e UILTuCS hanno avanzato alcune richieste a garanzia dell’attuale sistema premiante, di cui “la qualità” è un indicatore condiviso, e a tutela delle lavoratrici e dei lavoratori.

I sindacati hanno chiesto di conoscere e condividere la scheda di rilevazione che il cliente misterioso deve compilare dopo ogni visita e di ottenere rassicurazioni rispetto al fatto che la rilevazione della qualità non possa comportare, anche incidentalmente, controllo indiretto dell’attività delle maestranze.

Autogrill si è resa disponibile a sottoscrivere un’intesa su questi punti, a integrazione di quanto previsto dal Cia; questa intesa verrà perfezionata nei prossimi giorni.

 

Stampa Email