Visite agli articoli
8057133

Abbiamo 216 visitatori e nessun utente online

Benvenuti nel sito di Linklav. Ultime notizie sul mondo del lavoro

Almaviva: stop ai trasferimenti, il testo dell'accordo siglato

Almaviva: stop ai trasferimenti, il testo dell'accordo siglato

(AGI) - Palermo, 8 nov. - Passaggio da Almaviva a Exprivia, superminimo, premio una tantum, volontarieta', ma riproposizione dello spettro dei trasferimenti qualora non venisse raggiunto l'obiettivo.

Ecco i contenuti cruciali dell'accordo di quattro cartelle, siglato oggi pomeriggio al ministero dello Sviluppo economico tra governo, Almaviva, Exprivia e sindacati.

Disco verde, dunque, al passaggio volontario di 297 lavoratori della commessa Enel dal contact center all'azienda di Molfetta.

Ma tutti i 395 lavoratori della commessa Enel saranno coinvolti e chiamati a valutare la possibilita' del ricollocamento. I lavoratori dovranno presentare la loro candidatura entro il 14 novembre, le selezioni e la successiva assunzione dovranno essere effettuate entro il 5 dicembre.

Nel caso in cui le adesioni fossero inferiori a 297, Almaviva procedera' a trasferire a Rende la parte eccedente le 98 risorse che si e' impegnata a mantenere nel capoluogo siciliano.

La scelta delle risorse che rimarranno a Palermo avverra' secondo criteri di legge quali l'anzianita' e i carichi di lavoro.

A fronte dell'interruzione del rapporto di lavoro, il trattamento di fine rapporto verra' liquidato da Almavvia contact.

Verra' istituito un tavolo di monitoraggio con la presenza del Governo e il committente Enel, almeno quadrimestrale.

Il testo dell'accordo prevede il mantenimento dei profili orari, l'assunzione al terzo livello con lettera a latere di mantenimento della tutela articolo 18, 120.000 euro da spalmare sui dipendenti a copertura di un superminimo non assorbibile per ammortizzare la perdita del livello; ulteriori 120.000 euro per tre anni, quale premio annuale, non assorbibile a copertura parziale degli scatti di anzianita' perduti.

Il governo, rappresentato dal vice ministro Teresa Bellanova, riguardo i 57 lavoratori attualmente in forza a Exprivia e impegnati nella commessa Enel, ha invitato tutte le parti coinvolte all'applicazione della clausola sociale.

In base all'accordo Exprivia si dichiara disponibile ad assumere i 297 dipendenti secondo questi profili orari:

14 risorse a 8 ore giornaliere per cinque giorni settimanali, scelti tra coloro che attualmente godono di questo trattamento;

79 a sei ore giornaliere per cinque giorni settimanali;

204 a 4 ore. Le assunzioni saranno a tempo indeterminato.

Tra la cessazione del rapporto di lavoro con Almaviva - che si impegna a mantenere nella propria sede di Palermo 98 persone con gli attuali profili orari - e la nuova assunzione in Exprivia dovra' decorrere un periodo di 3 giorni.

Domani Almaviva pubblichera' sul sistema interno aziendale un modulo di autorizzazione per il trattamento dei dati da fornire ad Exprivia.

"Alla base della decisione di mantenere in Sicilia la commessa di front office aggiudicata alla nostra azienda - dichiara il presidente e amministratore delegato di Exprivia, Domenico Favuzzi - poniamo la volonta' di avviare in questa regione complessa e vivace un progetto industriale che replichi il modello di business nel campo delle tecnologie informatiche e delle telecomunicazioni sperimentato con successo in altre regioni. La trasformazione digitale in atto nel Paese nei settori della sanita', della pubblica amministrazione e dell'industria rappresenta una sfida, non solo per le imprese come la nostra capace di misurarsi su mercati sempre piu' ampi e competitivi, ma anche per un territorio con enorme potenziale umano e culturale come la Sicilia e per i suoi giovani, per i quali la leva del cambiamento puo' aprire davvero nuovi e piu' ampi orizzonti". (AGI)