Visite agli articoli
4278586

Abbiamo 127 visitatori e nessun utente online

Benvenuti nel sito di Linklav. Ultime notizie sul mondo del lavoro

APE aziendale: prepensionamento piu conveniente

pensioni

Il nuovo anticipo pensionistico puo essere sostenuto anche dai datori di lavoro

0.10.2017 - Con l'entrata in vigore del decreto APE volontario si avvicina anche la realizzazione di una particolare variante che è detta APE aziendale. La normativa ha previsto infatti l'intervento dei datori di lavoro per favorire l'uscita anticipata dal mondo del lavoro    fino a tre anni prima da parte dei lavoratori interessati . Come noto l'Ape volontario prevede un  prestito-ponte  nel periodo di anticipo,  che va  restituito in rate ventennali. Le rate vengono scalate automaticamente dall'INPS dalla pensione e sono garantite da una polizza assicurativa. Anche per questa modalità di anticipo pensionistico si attendono  le ultime disposizioni operative relative agli aspetti finanziari e alle procedure operative INPS. Si parla di una realizzazione effettiva dal 2018.

L'APe Aziendale è un nuovo metodo di accesso alla pensione anticipata introdotto con la Legge di Bilancio 2017.

L'accesso a questo assegno previdenziale anticipato riguarderà tutti i lavoratori le cui aziende di appartenenza saranno interessate da un piano di ristrutturazione aziendale. L'APe Aziendale prevede quindi un accordo sulle condizioni per la pensione anticipata fra datore di lavoro e dipendente per il quale il primo di impegna a sostenere interamente i costi dell'APe al secondo.

Detti costi non saranno altro che un versamento all'INPS in misura della retribuzione percepita dal dipendente prima dell'interruzione del rapporto lavorativo, in alternativa si può decidere di fare ricorso ai fondi bilaterali.

L'APe Aziendale prevede uno sconto, sotto forma di detrazione fiscale, pari al 50% della quota interesse della rata, spalmata sui primi 20 di pensione del lavoratore.

Ma in che cosa differisce dall'ape volontario? L'APE aziendale consiste  in un accordo tra l'impresa e  il lavoratore interessato al prepensionamento. Sulla base dell'accordo  l' azienda  versa contributi aggiuntivi  che producono un incremento dell'assegno pensionistico  rendendo meno onerosa  per il lavoratore la rata di restituzione del prestito. Il meccanismo è chiaramente vantaggioso in particolare per le aziende interessate a un ricambio generazionale dei propri dipendenti. 

La procedura prevede che il lavoratore al momento della domanda di anticipo e contestualmente di pensione di vecchiaia, segnali l'accordo sottoscritto con l'azienda Uno studio del Sole 24 ore ha evidenziato che altri sistemi di anticipo pensionistico introdotti in passato (che  non hanno riscosso particolare successo) erano meno convenienti di questo nuovo sistema (va segnalato che i tassi di interesse utilizzati per il calcolo non sono ancora definitivi).


 

LEGGI ANCHE:

Ape sociale e precoci. La nota del Ministero del Lavoro. In legge di bilancio norme per l’allargamento della platea dei beneficiari

Ape social, accolta solo una domanda su tre

Pensioni, entra in vigore l\'ape volontaria. Il testo pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale