Visite agli articoli
3984720

Abbiamo 252 visitatori e nessun utente online

  • Home
  • Uncategorised
  • CCNL Vigilanza privata, lo stato della vertenza dopo la riunione del 2 ottobre

Benvenuti nel sito di Linklav. Ultime notizie sul mondo del lavoro

CCNL Vigilanza privata, lo stato della vertenza dopo la riunione del 2 ottobre

GUARDIA GIURATA

 

CCNL Vigilanza privata, lo stato della vertenza dopo la riunione del 2 ottobre

La “Sfera di applicazione” è già stato oggetto di confronto ma permangono ancora elementi di divergenza rispetto ad alcune attività, annoverabili a nostro giudizio esclusivamente tra quelle accessorie.

Riguardo alla “contrattazione di II livello”, qualora non si proceda al recepimento/armonizzazione delle regole previste negli accordi interconfederali, è necessario almeno operare qualche correttivo rispetto a quanto previsto dal precedente CCNL (per materie demandate, premio di risultato ecc.).

Quanto alla “classificazione”, la proposta è limitata all’impostazione: un sistema unico per superare il dualismo esistente nel CCNL 2013, articolato su 6 livelli più uno (Quadri), al cui interno inserire profili e mansioni. Per il “cambio di appalto” è stata avanzata una radicale riformulazione della norma esistente.

Le Associazioni, seppure con qualche distinguo, hanno manifestato forte perplessità in via di principio rispetto alla “classificazione unica”, senza però addurre nel merito ragioni oggettive.

Rispetto alla contrattazione integrativa, hanno nuovamente insistito per il superamento di accordi locali in contrasto (perché migliorativi) con il CCNL: una richiesta rigettata dalla organizzazioni sindacali per motivi facilmente intuibili.

La proposta relativa al “cambio di appalto” non è stata approfondita ed è rinviata alla prossima riunione; non sfugge che la discussione sul punto è fondamentale, anche alla luce di quanto dichiarato dalle controparti nella scorsa riunione circa la pregiudiziale posta tra legislazione (art. 29 DLgs. 276/2003, art. 2112 c.c.) e clausole sociali.

Il confronto proseguirà nei giorni 25 ottobre e 17 novembre, sempre a livello di delegazione. Si ritiene utile sviluppare una puntale informazione tra i lavoratori della Vigilanza Privata e della Sicurezza (non decretati) sull’andamento della vertenza in considerazione del tempo già trascorso dalla presentazione della piattaforma e dell’andamento del confronto.