Manovra, il ddl Bilancio: 38 miliardi di misure

mattarella

 Manovra, il ddl Bilancio: 38 miliardi di misure

Scarica il testo completo della bozza della manovra in pdf

19.11.2020 - Il testo è stato bollinato dalla Ragioneria e firmato dal capo dello Stato Sergio Mattarella: il disegno di legge di Bilancio è arrivato ieri alla Camera e ha iniziato il suo iter. Centoventisette pagine per 229 articoli per una manovra che vale 38 miliardi in misure per imprese, lavoro e famiglia. Previsti anche l’assunzione di medici e infermieri e l’acquisto dei vaccini anti-Covid. Ma il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri ha però già parlato di «rafforzamento», anche per l’«intreccio» con i fondi del Recovery Plan e del decreto Ristori.

Lavoro: donne e giovani, contributi azzerati (e stop ai licenziamenti fino al 31 marzo)

Chi assume a tempo indeterminato giovani sott0 i 36 anni non pagherà i contributi per 3 anni. Stessa misura anche per chi assume donne, ma solo nel biennio 2021-2022. Prorogati fino al 31 marzo la Cassa integrazione con altre 12 settimane e lo stop ai licenziamenti. Possibile anche rinnovare i contratti a termine senza causali. Prorogati Opzione donna, Ape sociale. Esonerati dai contributi anche i lavoratori e gli imprenditori agricoli e le associazioni sportive.
Imprese: «Transizione 4.0», il piano diventa strutturale

Famiglia: per i figli nuove misure di sostegno
Per il 2021, ci sono 3 miliardi di euro da destinare, a partire da luglio, all’assegno unico per i figli, destinato ad ogni figlio fino ai 18 anni. Dal 2022, il fondo salirà a 5,5 miliardi. Confermato l’assegno di natalità per i nuovi nati nel 2021, viene previsto anche un fondo per i caregiver (75 milioni nel triennio 2021-2023). Prevista anche l’assunzione di 25mila prof di sostegno. Confermato e rafforzato fino al 2029 il reddito di cittadinanza. Con 40 milioni, viene rifinanziato il Fondo indigenti per il 2021. E anche nel 2021 ci sarà il bonus vacanze.

Oltre alla conferma della Nuova Sabatini (in un’unica quota), per le aziende viene potenziato ed esteso per tutto il 2022 strutturale il piano «Transizione 4.0» che prevede il credito d’imposta del 10% per l’investimento in beni strumentali, materiali e immateriali 4.0, formazione, ricerca e sviluppo, green economy.

E per il 2021, il credito d’imposta per lo sviluppo dello smart working sale al 15%. Confermati il Fondo di Garanzia per le Pmi e gli sgravi fiscali per chi investe al Sud. Ridotti a 3,8 miliardi invece i fondi per chi ha subito perdute a causa del Covid.

Fisco: 4 miliardi per la riforma, prorogati i bonus (slittano plastic e sugar tax)

Ci sono 4 miliardi di euro per la riforma del Fisco, entrate derivanti anche dalla lotta all’evasione.

Confermato il taglio del cuneo fiscale per i redditi sopra i 28 mila euro e fino a 40 mila euro. Prorogati i bonus mobili, verde e facciate.

Stop per ora al super ecobonus 110% per il quale potrebbero in seguito servire i fondi del Recovery Plan.

Confermato il cashback per i pagamenti elettronici ma non online. Slittano invece a luglio plastic e sugar tax, pari a 457,2 milioni in meno per l’Erario.