Decreto Aprile - 50 miliardi per famiglie e imprese

 CONTE

50 miliardi per famiglie e imprese sono previsti nel decreto Aprile
l'indennizzo per partite Iva, autonomi e stagionali da 600 passerà a 800 euro''


22.04.2020 - Il presidente del Consiglio Conte presenterà entro questa settimana le linee guida per la Fase 2 che scatterà il 4 maggio: il piano nazionale prevederà tra le altre cose mascherine e distanziamento "finché non ci sarà cura o vaccino", afferma il premier. "

Intanto nel Decreto Aprile sono previsti 50 miliardi per famiglie e imprese

Il Dl conterrà tra l’altro, anche il rifinanziamento della cassa integrazione per 9 settimane e l'allungamento della Naspi e Discoll per un valore complessivo di 15 miliardi.

l Dl conterrà tra l’altro, anche il rifinanziamento della cassa integrazione per 9 settimane e l'allungamento della Naspi e Discoll per un valore complessivo di 15 miliardi.

Sono circa 10 i miliardi che dovranno essere suddivisi tra la proroga bimestrale del bonus autonomi in forma rafforzata (ad aprile e maggio aumenterà da 600 a 800 euro) e l’istituzione del reddito d'emergenza nel Dl Aprile, che nei piani del governo sarà varato a fine mese (chiusa la partita con l'Europa sulle risorse, approvato il Def ed ottenuto il via libera sullo scostamento del deficit) con una dote complessiva che si dovrebbe aggirare sui 25-27 miliardi per il lavoro.

Rifinanziata la cassa integrazione
Il Dl (un provvedimento da 70-75 miliardi, per circa 40 offerti dal nuovo disavanzo da far approvare in Parlamento) conterrà anche il rifinanziamento della cassa integrazione per 9 settimane e l’allungamento della Naspi e Discoll per un valore complessivo di 15 miliardi. Il reddito di emergenza destinato ai lavoratori discontinui, ma anche a colf e badanti in nero e precari esclusi da altri sostegni, dovrebbe invece valere circa 2 miliardi, per un totale di circa 3 milioni di beneficiari.

Cassa integrazione in deroga per colf e badanti
Sempre nel pacchetto di misure del Dl Aprile, per le colf e badanti in regola verrà istituita un'indennità per riconoscere sotto forma di cassa integrazione in deroga semplificata, una somma media di 400 euro se con contratto full time - che può arrivare a 600 euro-, e di 200 euro se part time. La somma andrà alle colf e badanti con il contratto sospeso dai datori di lavoro. L’importo è legato a due parametri: le ore di lavoro previste dal contratto e quelle effettivamente svolte.

Catalfo: Nel decreto legge aprile saranno rifinanziati ''tutti gli ammortizzatori sociali già previsti a marzo, compreso l'indennizzo per partite Iva, autonomi e stagionali che da 600 passerà a 800 euro''. Lo scrive il ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo, su Facebook. ''Visto che l'attuale emergenza sta colpendo con maggiore forza le fasce più deboli della popolazione, al Rdc dobbiamo necessariamente affiancare uno strumento che aiuti chi è privo di qualsiasi forma di sostegno al reddito. ''Sto lavorando al reddito di emergenza, prevedendo un meccanismo 'a salire' in base al numero dei componenti del nucleo familiare''. Il decreto legge aprile ''conterrà anche l’ampliamento dei congedi parentali per i genitori con figli e una indennità per i lavoratori domestici (colf e badanti)''.