Procedura licenziamento collettivo ex lsu scuola e a.s., sollecito incontro urgente

lic

 

11.02.2020 -  Internalizzazione lavoratori appalti servizi di pulizia e ausiliario presso le istituzioni scolastiche ed educative statali –Lavoratori Ex LSU e Appalti Storici - Sollecito incontro urgente   Appalti Scuole rich_inc_Ministeri 10.2.2020.pdf

Le OO.SS.FILCAMS-CGIL - FISASCAT-CISL - UILTRASPORTI-UIL, passati oramai 10 giorni dall’incontro presso il MdLPS convocato per la  fase  amministrativa  della  procedura  di  licenziamento  collettivo  per  oltre  16.000  lavoratrici  e lavoratori, attivata dalle imprese titolari del servizio di pulizia e ausiliariato delle scuole statali, sono ancora   in   attesa   della   convocazione   presso   la   Presidenza   del   Consiglio   di   un   tavolo interministeriale per affrontare complessivamente la vertenza degli Appalti Scuole.

Nel  corso  dell’incontro  richiamato,  i  Dirigenti  politici  e  tecnici  presenti,  avevano  preso l’impegno a far convocare in tempi brevissimi il tavolo.  

Ad oggi invece niente si è concretizzato.

Fatto  gravissimo  perché,  senza  gli  interventi  che  le  Organizzazioni  Sindacali  stanno chiedendo da mesi, la realizzazione del processo di internalizzazione porterà si alla stabilizzazione di  oltre  12.000  lavoratori,  ma  4.500  di  questi  saranno  assunti  a  Part  Time,  vedendo  quindi dimezzato  il  proprio  salario  e  soprattutto  ci  sarà il  licenziamento  di  quasi  4mila  lavoratrici  e lavoratori.

Condizione inaccettabile, provocata dal mancato ascolto e confronto con le Organizzazioni Sindacali,  che  conoscevano  e  conoscono  la  platea  di  riferimento,  da  parte  di  chi  ha  deciso  i contenuti della Legge e dei Decreti.

Pertanto,  siamo  nuovamente  e  con  forza  a  sollecitare  l’apertura  di  un  tavolo  di  confronto con tutti i soggetti individuati, Presidenza del Consiglio, MdLPS, MIUR, MEF, Regioni e Imprese, al fine di trovare le soluzioni, i percorsi e le risorse economiche utili a dare risposte occupazionali ereddituali a tutti i lavoratori coinvolti.

Condizione necessaria anche alla luce del fatto che il 13 febbraio prossimo è convocato, al MdLPS,  l’incontro  definitivo  della  fase  amministrativa  della  procedura  di  licenziamento  collettivo che, se non saranno trovate accordi e soluzioni, porterà al licenziamento di tutti i 16mila lavoratori.