Almaviva sede di Palermo, preaccordo sulla CIG

 alma

06.02.2020 - Nel corso dell'incontro tra Almaviva Contact e le OO.SS, presso la sede di Sicindustria,le parti hanno condiviso un verbale di incontro che definisce un percorso finalizzato a garantire stabilità occupazionale e sostenibilità economica per il sito di Palermo e definire una ipotesi di percorso nei prossimi mesi.

Le Rsu e le Segreterie Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil e Ugl Tlc hanno chiarito quali saranno i prossimi passi: "I sindacati si attiveranno sin da subito per chiedere un tavolo al Governo Regionale, finalizzato all’implementazione di tutti gli strumenti utili alla formazione e riqualificazione del personale. È indispensabile che già dal primo incontro emergano importanti misure strutturali per il rispetto delle tabelle ministeriali sul costo del lavoro, rispetto dei contratti e delle clausole sociali, reshoring dei volumi utili al mantenimento dei livelli occupazionali e regole trasparenti per l’intero settore. Sulla base dello scenario dei volumi attuali e prospettici dei vari clienti si prefigura il ricorso all’ammortizzatore sociale con percentuali di riduzione differenti per commessa ed in particolare 55% massimo a consuntivo su Wind e Sky ed al 35% massimo a consuntivo su tutte le altre attività (compresi gli staff trasversali)".

Il sindaco Leoluca Orlando e l'assessora Giovanna Marano hanno dichiarato:

"L'accordo fra azienda e sindacati di Almaviva sulla Cassa integrazione è un ulteriore piccolo passo avanti per dare tranquillità alle famiglie dei lavoratori. Non è però ancora quella soluzione definitiva alla crisi, che è legata ad interventi strutturali che rilancino il lavoro produttivo di Almaviva e del settore dei Call center a Palermo.