Ex lsu ed appalti storici, le competenze di fine rapporto di lavoro.

 PUL

 

07.01.2020 - Come è noto il rapporto di lavoro tra i lavoratori delle pulizie nelle scuole con le ditte si risolverà il 29 febbraio 2020.

Pertanto il processo di internalizzazione resta definitivamente confermato al 1 marzo 2020.

A tale proposito va ricordato che le Organizzazioni Sindacali il 17/12/2019 avevano incontrato il Miur, nell’ambito del Tavolo Tecnico di Monitoraggio, ed in tale contesto, il Miur aveva comunicato che le risorse per il proseguimento degli appalti per i mesi di gennaio e febbraio 2020 erano già state stanziate (28 milioni per i servizi di pulizie, 16 milioni per Scuole Belle al mese).

Contestualmente il Miur aveva emanato il decreto dipartimentale prot. n. 2318 del 20.12.2019 con il quale l'Amministrazione prorogava alle ore 14.00 di mercoledì 8 gennaio 2020 il termine di presentazione della domanda per la partecipazione alla procedura selettiva, per titoli, finalizzata all'assunzione a tempo indeterminato del personale ex-LSU con almeno 10 anni di servizio.

Fatta questa doverosa premessa Vi ricordiamo che alla cessazione del rapporto di lavoro, ai lavoratori dovranno essere erogate, per legge le retribuzioni dell’ultimo periodo di lavoro, ed entro il termine stabilito dal CCNL Multiservizi- Imprese di pulizia le seguenti competenze:  

ratei di 13ª mensilità;

ratei di 14ª mensilità;

ferie residue;

permessi residui;

eventuale conguaglio banca ore;

trattamento di fine rapporto (tfr);

Per quanto riguarda il preavviso va specificato che la ditta deve corrispondere al dipendente la relativa indennità di preavviso, qualora  il rapporto di lavoro a tempo indeterminato viene risolto senza la comunicazione del periodo di preavviso, i cui termini sono stabiliti nel CCNL MULTISERVIZI come segue:

Giorni  15  di  calendario  per  gli  operai  di  qualsiasi  livello,  a  prescindere  dalla  loro  anzianità  di servizio.