https://www.MotorDoctor.it' title=

Dl scuola: lunedì 2 dicembre voto alla Camera. Cresce l'attesa!

 camera


30.11.2019 - Con il passare delle ore cresce la tensione e l'attenzione di migliaia di lavoratori della scuola che dalla conversione in legge del dcreto scuola e dal seguito che produrrà ripongono la speranza di un futuro migliore.

Il passaggio parlamentare alla Camera, lunedì, come stanno preannunciando tanti politici sui social, non sarà la solita discussione d'aula ma una giornata molto importante e molto tesa con le opposizioni che presenteranno diversi emendamenti, consapevoli che non saranno votati a maggioranza, ma come si è visto serviranno solo di fare perdere tempo! .

Un emendamento  di Lega, Fratelli d'Italia e Forza Italia  chiede che ci sia la proroga di 6 mesi dell'internalizzazione e le agevolazioni per le ditte che quando usciranno dovranno pagare il contributo Naspi obbligatorio dovuto all'Inps per i licenziamenti.

Chiarissimo a questa punto che la loro posizione è a favore delle ditte, ma le ditte da più di un anno non lo sapevano che dovevano andare via? In fondo qual'è stato il loro rischio d'impresa?.

Alcune come la Manital non pagano da mesi i dipendenti ed invece di avviare le azioni dovute,  cioè le denunce all'Ispettorato del lavoro per accertare il credito e dopo con i propri legali avviare decreti ingiuntivi presso  il Miur, si fanno ancora riunioni e verbali d'incontro che non risolvono nulla.

Ma torniamo al decreto siamo fiduciosi che gli emendamenti proposti dall'opposizione non saranno votati dalla maggioranza. 

Ma poi passata la fase parlamentare alla Camera ci sarà l'altro passaggio al Senato.

Al Senato una normale procedura parlamentare potrebbe richiedere un tempo tale da non rientrare nel tempo previsto per la conversione in legge e cioè il 29 dicembre e qui lo chiediamo ai politici della maggioranza: "non sarebbe meglio blindare il testo del decreto legge approvato dalla camera,  presentarlo al Senato chiedendo la fiducia"?