https://www.MotorDoctor.it' title=

Internalizzazione ex lsu ed appalti storici, storia di un anno di spasmodica attesa

  aula


Internalizzazione ex lsu ed appalti storici, storia di un anno di spasmodica attesa

28.11.2019 - In questi giorni alla Camera sono in corso i lavori per l'approvazione di due importantissime leggi: la ricostruzione zone terremotate e il reclutamento personale scolastico.

Ieri sera abbiamo assistito ad un comportamento inqualificabile da parte dell'opposizione che non preoccupandosi del tema in discussione, la ricostruzione zone terremotate, dava vita ad una protesta veemente, trasformando l'aula in una bolgia, costringendo il presidente della Camera a sospendere la seduta.

Per non parlare, successivamente, di altre tecniche ostruzionistiche che avevano il solo scopo di fare perdere tempo, impedendo non solo la definizione della discussione e votazione sulla ricostruzione delle zone terremotate ma anche l'inizio dei lavori sul reclutamento del personale scolastico.

Oggi si ricomincia alle 9,30.

Vale la pena ricordare che l'esame  sulla ricostruzione delle zone terremotate era iniziato lunedì mattina e per buona parte della mattinata, come ha scritto qualche quotidiano, erano presenti soltanto sei deputati.

Attorno all'approvazione di queste due leggi ci sono le aspettative di tantissimi Italiani.

Noi in particolare ci riferiamo alla spasmodica attesa dei lavoratori che si occupano della pulizia delle scuole, la cui internalizzazione  si trova all'interno del decreto scuola e che  attendono il buon esito delle procedure previste, paradossalmente, dopo che la loro legge era stata approvata all'interno della legge di stabilità per il 2019.

Mancava solo il decreto  interministeriale e si poteva attivare la procedura concorsuale.

A conferma di ciò riportiamo una notizia del 20 aprile 2019:-  "Si è svolto stamani a Brindisi l’incontro tra Cobas, rappresentata da Roberto Aprile, e il sottosegretario al Miur Salvatore Giuliano per fare il punto sulle stabilizzazioni dei lavoratori Ex Lsu e Appalti storici.  Salvatore Giuliano ha iniziato il suo intervento ricordando che la norma sull'internalizzazione dei lavoratori è in legge di Bilancio dal 30 dicembre 2018. Questa prevede la concertazione del Miur con altri ministeri: del Lavoro, delle Economia e delle Finanze, della Pubblica amministrazione. Giuliano fa presente che le risorse finanziare ci sono. Le bozze  programmatiche del decreto interministeriale per il concorso previsto sono già state inviate agli altri ministeri per fare in modo che dal 1° gennaio 2020 si possa procedere alle assunzioni Ata. Il sottosegretario all’Istruzione ha promesso, poi, che manterrà l’impegno fino a che non si è arrivati alla fine di tutta la procedura. Tutto si svolgerà nel più breve tempo possibile per garantire la presa di servizio dei lavoratori attualmente assunti da ditte e cooperative esterne: i contratti saranno a tempo pieno e indeterminati".

Era il 20 aprile 2019.

Intanto ad Agosto Salvini faceva cadere il Governo.

Ma sulla stabilizzazione dei lavoratori delle pulizie era caduto il silenzio, fino al 10 Ottobre quando il nuovo Ministro all'Istruzione, Fioramonti,  annunciava che all'interno del Decreto Scuola, era stata semplificata l’internalizzazione dei servizi di pulizia delle scuole ed era stato stabilito che la procedura selettiva sarebbe avvenuta per soli titoli, così da consentirne il completamento entro il 31 dicembre 2019.

Pertanto si annullava la procedura precedente e se ne attivava un altra con la conseguenza che sarebbe stato tutto da rifare.

Il problema adesso è che si ricomincia tutto ex novo ma la conversione in legge dell'internalizzazione dei lavoratori ex lsu ed appalti storici è stata inserita all'interno del decreto scuola dove ci sono diverse norme sulle quali la lega e le opposizioni, in commissione alla Camera,  hanno presentato diversi emendamenti che sono stati respinti.

Presumiamo che in aula alla Camera faranno di tutto per rallentarne il percorso.

Ma secondo noi il vero problema sarà al Senato dove il Presidente della 7ª Commissione permanente (Istruzione pubblica, beni culturali).  è il leghista Pittoni, il quale ha già preannunciato battaglia sugli emendamenti.

Ma che motivo c'era di fare ripartire ex novo l'internalizzazione, quando a quest'ora, utilizzando la legge di stabilità per il 2019 il concorso si poteva tranquillamente concludere?

Il Ministro Gallo del M5S ha più volte dichiarato che la procedura precedente non si è potuta definire per il comportamento dell'ex Ministro leghista Bussetti che ne ha impedito il completamento.

Ricordiamo che il Decreto Legge entra in vigore immediatamente dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, ma gli effetti prodotti sono provvisori, perché i decreti-legge perdono efficacia se il Parlamento non li converte in legge entro 60 giorni dalla loro pubblicazione.

Il 30 dicembre scadono i 60 giorni per la conversioone in legge del Decreto Scuola.

Forse, secondo il nostro modesto parere di osservatori,  i sindacati, tutti i sindacati, dovrebbero cominciare a pensare, con azioni mirate, come sollecitare in modo incisivo i politici, affinchè il percorso per l'internalizzione possa essere definito nei tempi previsti, con l'avvio della procedura selettiva e l'assunzione dei lavoratori.