https://www.MotorDoctor.it' title=

Appalti scuole statali: inaccettabile il licenziamento di 5000 lavoratori

 

lsu

08/11/2019  Dall’incontro tra il MIUR e le Organizzazioni Sindacali del 5 novembre 2019 è emersa la conferma di quanto stiamo denunciando da mesi:

POSITIVO che finalmente esca il Decreto e si dia avvio al percorso, ma lo schema di Decreto sancisce che il processo di internalizzazione del personale degli appalti di pulizie e ausiliari porterà alla positiva stabilizzazione di 11 mila lavoratori ma anche al licenziamento di oltre 5 MILA lavoratrici e lavoratori! È INACCETTABILE!

Poche risposte sono state date dal Ministero alle proposte che le Organizzazioni Sindacali hanno fatto, oramai da mesi, volte alla tutela di tutti i posti di lavoro

Dall’incontro tra le Imprese e le Organizzazioni Sindacali del 7 novembre 2019 (di cui formuliamo a parte specifico comunicato) è emersa la conferma che le aziende licenzieranno perché non più titolari degli appalti e che non vogliono assumersi alcuna responsabilità rispetto al futuro dei lavoratori.

ANCHE QUESTO È INACCETTABILE
NON CI STIAMO!

Chiediamo che la Presidenza del Consiglio intervenga.

Che non vengano tagliati i 170 milioni di Euro che oggi contribuiscono a dare occupazione e reddito a oltre 16 mila persone e che, se confermati, realizzerebbero continuità del servizio e una risposta all’occupazione e al reddito di tutti i lavoratori.

Il Governo deve prendere in carico la vertenza per trovare soluzioni per tutti!

NON C’È PIÙ TEMPO DA PERDERE

La Presidenza del Consiglio e i Ministeri interessati convochino le Organizzazioni Sindacali per evitare MIGLIAIA di LICENZIAMENTI.

Questa vertenza per dimensioni, dinamiche e i rapporti tra amministrazioni pubbliche e imprese –come le tante altre vertenze che in questo momento sono aperte nel Paese – rischia di produrre TAGLI AGLI STIPENDI, POVERTÀ, DISOCCUPAZIONE.

Un Impatto sociale insostenibile a partire da molti territori del Sud.

SERVONO SOLUZIONI COMPLESSIVE A SOSTEGNO DELLE QUALI CONTINUEREMO LE INIZIATIVE DI LOTTA E LE MANIFESTAZIONI NEI TERRITORI E A LIVELLO NAZIONALE

Non si permetta che un importante, POSITIVA e storica STABILIZZAZIONE per migliaia di lavoratori PRODUCA anche migliaia di LICENZIAMENTI! NESSUNO DEVE ESSERE ESCLUSO.