Appalti Pulizia Scuole, massiccia l’adesione allo sciopero del 15 ottobre e al presidio a Roma

 lsu

 https://youtu..Guarda il Video.......

 


21.10.2019 - Massiccia l’adesione allo sciopero delle lavoratrici e dei lavoratori degli appalti delle pulizie delle scuole statali in attesa del Decreto Ministeriale che definirà le modalità e i numeri delle assunzioni a partire dal 1° gennaio 2020. Molte le iniziative di mobilitazione a livello locale organizzato dai sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltrasporti; il presidio promosso a Roma a Piazza Monte Citorio ha registrato la partecipazione di tantissimi lavoratori provenienti da tutta Italia e arrivati a Roma per reclamare a gran voce i loro diritti.

I sindacati sollecitano una soluzione per tutti i 16mila addetti Ex Lsu e Appalti Storici anche a fronte delle procedure di licenziamento già avviate dalle imprese affidatarie ed esecutrici degli appalti nell’ambito della Convenzione Consip Scuole.
Per le tre sigle è necessaria una gestione coordinata della vertenza tra Miur/Ministero del Lavoro e Ministero dell’Economia, al fine di garantire la contestualità degli interventi utili alla piena occupazione dei lavoratori coinvolti riproponendo alcuni interventi integrativi finalizzati ad una gestione flessibile del processo di internalizzazione, che dovrà avere i caratteri dell’inclusività e dell’adeguatezza degli strumenti e delle risorse. “Nessuno resti escluso” è il messaggio rivolto al Governo dai sindacati che pur dichiarandosi “favorevoli al decreto di internalizzazione” chiedono il coinvolgimento di tutti i lavoratori nel piano di assunzione dal 1 gennaio 2020 “nel segno della solidarietà e dell’inclusione”