https://www.MotorDoctor.it' title=

Ex lsu scuola ed appalti storici, la nota del 3 giugno del Miur

 

Il MIUR ha pubblicato la nota 26350 del 3 giugno 2019 e il decreto con le tabelle sulle dotazioni organiche complessive del personale ATA per il triennio 2019-2022, con le ripartizioni per ciascun profilo valide per l’a.s. 2019/2020.

Per quanto riguarda gli ex lsu ed appalti storici della scuola la nota prevede:

Con  decreto  del  Ministro  dell'istruzione,  dell'università  e  della  ricerca,  di  concerto  con  i  Ministri del lavoro e delle politiche sociali, per la pubblica amministrazione e dell'economia e delle finanze, sono  determinati  i  requisiti  per  la  partecipazione  alla  procedura  selettiva,  nonché  le  relative modalità di svolgimento e i termini per la presentazione delle domande.

Nel  limite di  spesa  di  cui  al  comma  5-bis,  primo  periodo,  sono  autorizzate  assunzioni  per  la copertura  dei  posti  resi  nuovamente  disponibili  ai  sensi  del  medesimo  comma. 

Le  assunzioni,  da effettuare secondo la procedura di cui al comma 5-ter, sono autorizzate anche a tempo parziale.

I rapporti instaurati a tempo parziale non possono essere trasformati in rapporti a tempo pieno, né può esserne incrementato il numero di ore lavorative, se non in presenza di risorse certe e stabili.  Sono pertanto confermate  le  disposizioni  in  merito  alle  modalità  di  accantonamento  dei  posti.

Resta,  altresì,  confermata  la  clausola  della  salvaguardia  della  titolarità  del  personale  di  ruolo eventualmente  in  soprannumero, a  seguito  dell’ottimizzazione.

In  proposito,  al  fine  di  evitare aggravi di spesa, conseguenti all’attivazione di tale clausola, è prevista la compensazione dei posti da accantonare tra le istituzioni scolastiche che si avvalgono della medesima tipologia contrattuale.

È  pertanto necessario  rendere  indisponibile,  a  livello  provinciale,  un  numero  di  posti  non inferiore a quello accantonato nell’anno scolastico 2018-19. Nella tabella “E”, allegata al presente schema di decreto, sono indicate le consistenze regionali degli accantonamenti in parola.

I  posti  per  il  profilo  professionale  di  collaboratore  scolastico, relativi  alla compensazione  dei costi  contrattuali  conseguenti  alla  esternalizzazione  dei  servizi,  in  ossequio  al  disposto  di  cui all’articolo 58, da comma 5a comma 5-quater, del decreto-legge 21 giugno 2013 n. 69, convertito in  legge  9  agosto  2013,  n.  98, sono  resi  indisponibili  per  la  mobilità  e per le  utilizzazioni  e assegnazioni provvisorie.

Tali   posti   saranno successivamente disaccantonati   con   decorrenza   1° gennaio 2020 per procedere all’espletamento delle procedure di  stabilizzazione  prevista  dalla  vigente formulazione dell’articolo 58,decreto legge n. 69 del 2013.Per  gli ex LSU  in  argomento,ai  fini  di  una  corretta  determinazione,per  il  periodo  settembre-dicembre 2019 sono attivate apposite funzioni che consentono al Dirigente Scolastico di procedere al puntuale accantonamento in  base  all’eventuale percentuale  decimale(25%) dei posti  da  rendere indisponibili, come previsto dall’art.4,comma 1, del DPR 119/2009.

In caso di dimensionamento della  rete  scolastica, il personale esterno all’amministrazione non può essere utilizzato in punti di erogazione  del  servizio  che  in  precedenza  non  fruivano  di  servizi  esternalizzati  e,  comunque, l’accantonamento non può superare quello previsto nelle sedi in cui era stato operato.   leggi il testo completo della nota del Miur