https://www.MotorDoctor.it' title=

Navigator, parte la protesta dei precari

navigator

22.05.2019 - Ieri i sindacati hanno protestato sotto il ministero del Lavoro, giovedì 23 maggio saranno sotto la sede di Anpal Servizi.

«Abbiamo precari che devono trovare il lavoro ai disoccupati - sostiene il segretario generale aggiunto della Cisl, Luigi Sbarra -, è una situazione inaccettabile e paradossale, così come inconcepibile è il disinteresse che stiamo riscontrando da parte del governo, del ministero del Lavoro, di Anpal e Anpal Servizi nel procedere alla creazione di un nuovo piano straordinario per la stabilizzazione dei precari che da un notevole numero di anni servono la pubblica amministrazione in veste di esperti delle politiche del lavoro».

A commentare la notizia è Luigi Sbarra, Segretario Generale Aggiunto della Cisl, che in una nota rileva come “gli esperti che dovranno preparare, istruire e formare i Navigator e i nuovi assunti presso i Centri per l’impiego per la gestione di Reddito di Cittadinanza e politiche attive sono entrati in stato di crisi e, in queste ore, inizieranno a manifestare per difendere il proprio posto di lavoro”.

“Le persone con contratto in scadenza – continua Sbarra – sono complessivamente 650, di cui 506 collaboratori e 144 lavoratori a tempo determinato che da un notevole numero di anni, in alcuni casi oltre 10, servono la pubblica amministrazione in veste di unici esperti nel mondo delle politiche del lavoro”. “Una situazione inaccettabile e paradossale – è il giudizio del numero due del sindacato di via Po – così come inconcepibile è il disinteresse che stiamo riscontrando da parte del Governo, del Ministero del Lavoro, di Anpal e Anpal Servizi stessa, nel procedere alla creazione di un nuovo piano straordinario per la stabilizzazione dei precari”.

“Mentre si annunciano nuove e numerose assunzioni nei servizi all’impiego, si portano all’esasperazione centinaia di persone, facendo trascorrere le scadenze contrattuali e non dando seguito agli accordi sottoscritti”. Per questo la Cisl chiede “l’immediata riapertura del tavolo di confronto con le Parti sociali per arrivare a una soluzione che, specialmente in questa difficile fase economica e sociale, dia piena continuità occupazionale e funzionale ad Anpal Servizi”.

Entro giugno saranno assunti con contratti di collaborazione biennale 3mila navigator che dovranno essere formati da altri collaboratori precari di Anpal Servizi, per supportare i centri per l’impiego nella ricerca di un posto di lavoro (possibilmente stabile) destinato ai percettori del reddito di cittadinanza.

Può sembrare paradossale ma è questa la situazione che denunciano i sindacati, che si stanno mobilitando in questi giorni per difendere anzitutto i posti di lavoro di questi esperti che hanno i contratti in scadenza.

Il precariato esiste da molti anni, ma la situazione sta esplodendo in previsione dei nuovi compiti assegnati ai lavoratori di Anpal Servizi nella gestione delle politiche attive.

Prima di entrare in servizio, i navigator dovranno partecipare ad un corso intensivo di formazione di 7-10 giorni svolto da parte dei loro colleghi anziani più esperti di Anpal Servizi.