https://www.MotorDoctor.it' title=

Garanzia Giovani, oltre 1,4 milioni i Neet registrati al programma

anpal

19 aprile 2019


Sono oltre 1,4 milioni i Neet registrati al Programma Garanzia Giovani, e 1.126.767 i giovani presi in carico dagli uffici competenti, 10 mila in più rispetto al mese precedente. Il numero di giovani che è stato preso in carico dai centri per l’impiego è nettamente più elevato in confronto a quanto registrato per le agenzie per il lavoro, rispettivamente 78,7% e 21,3%. La maggiore concentrazione di registrazioni si osserva nel Mezzogiorno (42,2%), seguito dal Nord (38,5%).

Questi i dati resi noti dalla nota mensile n. 2 del 2019 relativa a Garanzia Giovani, il programma che contrasta l'inattività giovanile e favorire l'ingresso nel mercato del lavoro di giovani che hanno un'età tra i 15 e i 29 anni.


Al 28 febbraio 2019, il 56,9% dei giovani Neet presi a carico dai servizi ha ricevuto un intervento di politica attiva: il percorso più diffuso rimane il tirocinio extracurriculare, seguito dagli incentivi occupazionali e dalla formazione.


Rispetto alla platea dei 595.685 giovani che hanno portato a termine una misura, sono oltre 312 mila i giovani che risultano occupati, cioè il 52,5%.

Incentivo occupazione Neet, le indicazioni operative dell’Inps
Incentivi

    incentivi incentivo occupazione giovani


Con la circolare n. 54 del 17 aprile 2019, l’Inps dà indicazioni operative e istruzioni contabili per la fruizione dell’Incentivo occupazione Neet del Pon Iog (Iniziativa Occupazione Giovani). L’incentivo  punta a favorire il miglioramento dei livelli occupazionali dei giovani dai 16 ai 29 anni che non lavorano e non sono inseriti in un percorso di studio o formazione.

La misura arriva a completamento di un iter normativo partito con il Decreto direttoriale n. 581 del 28 dicembre 2018 di ANPAL, con cui si proroga l’incentivo per le assunzioni effettuate dal 1 gennaio al 31 dicembre  2019 di giovani aderenti al Programma Garanzia Giovani.

La gestione e il riconoscimento dell’agevolazione per il 2019 avverrà nel limite della dotazione complessiva destinata a finanziare l’incentivo pari a 160 milioni di euro, 60 milioni di euro in più rispetto al 2018. L’incentivo può essere riconosciuto per le assunzioni a tempo indeterminato sia a tempo pieno che part-time, anche a scopo di somministrazione, nonché per i rapporti di apprendistato e per i rapporti di lavoro subordinato in una cooperativa di lavoro.

L’incentivo è pari alla contribuzione previdenziale a carico del datore di lavoro, per un importo massimo di 8.060 euro su base annua.