Bonus terzo figlio, requisiti 2019

 

bonus

 

 

 

10.04.2019 - Il bonus terzo figlio è quel contributo economico riconosciuto dal Comune di appartenenza - ma pagato dall’INPS - alle famiglie dove sono presenti almeno tre figli di età inferiore ai 18 anni.

L’importo dell’assegno al nucleo familiare viene ricalcolato ogni anno, in base appunto alla variazione dell’indice ISTAT; l’importo nel 2019 è salito a 144,42€ mensili (da 141,30€ riconosciuti nel 2018) per tredici mensilità.

Con il comunicato pubblicato in Gazzetta Ufficiale (Serie Generale, 82/2019) la Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per le Politiche della Famiglia, ha aggiornato importo e limiti di reddito di questa importante misura assistenziale erogata dal Comune, conosciuta anche come assegno al nucleo familiare numeroso.
 Il limite ISEE per il 2019 è pari a 8.745,26€ e fa riferimento agli importi spettanti dal 1° luglio 2019 al 30 giugno 2020.
L’importo per il 2019 è pari a 144,42€ al mese e considerando che viene versato per 13 mensilità il valore complessivo del contributo è di 1.877,46€.

Gli aventi diritto possono presentare gratuitamente la domanda presso uno dei CAF convenzionati. La scadenza è fissata al 31 gennaio dell’anno successivo a quello per il quale si richiede l’assegno.

Tuttavia, essendo concesso dal Comune - ma pagato dall’INPS - le modalità per la presentazione della domanda possono variare a seconda dell’amministrazione comunale alla quale ci si rivolge.

Hanno diritto al bonus: i cittadini italiani; i cittadini comunitari  e gli  extracomunitari in possesso della carta di soggiorno o dello status di rifugiati politici.

Il bonus  spetta fino a quando il nucleo familiare è in regola con i requisiti richiesti; quindi il diritto all’assegno viene meno dal 1° gennaio dell’anno in cui si supera la soglia ISEE fissata dall’INPS, oppure dal primo giorno del mese successivo a quello in cui viene a mancare la presenza dei tre figli minori (ad esempio quando uno di questi raggiunge la maggiore età).