https://www.MotorDoctor.it' title=

Vigilanza privata, massiccia l’adesione alle due giornate di sciopero per il contratto dell’1 e 2 febbraio.

 

Vigilanza privata, massiccia l’adesione alle due giornate di sciopero per il contratto dell’1 e 2 febbraio.

5 Febbraio, 2019

Roma, 4 febbraio 2019 - 01 e 02 febbraio 2019 sono due date storiche per il settore della Vigilanza Privata e di tutto il comparto della Sicurezza non decretata. Per la prima volta è stato fatto uno sciopero di 2 giorni consecutivi. Nonostante il sacrificio economico, nonostante il tentativo delle imprese di spaventarvi e di confondervi, l’adesione è stata altissima, come lo scorso 04 maggio. Si sono toccate punte anche del 90%!!! Questo vuol dire che le lavoratrici ed i lavoratori hanno alzato la testa e che sono pronti a proseguire la mobilitazione per avere “DIGNITÀ, RISPETTO E REGOLE”!!! Queste sono infatti state le parole ricorrenti negli interventi di tutte e tutti le delegate ed i delegati. E queste saranno le parole che dovranno accompagnarci nei prossimi giorni, settimane, mesi ed anni! Questi sono gli obiettivi che dobbiamo darci, sia per il rinnovo del CCNL che per il confronto con le Istituzioni. Grazie a tutte le lavoratrici ed i lavoratori che hanno aderito con convinzione allo sciopero, grazie a tutti coloro che sono venuti a Milano e Napoli, nonostante il lungo viaggio ed il brutto tempo, grazie alle delegate ed ai delegati ed al loro impegno quotidiano, grazie a tutte le nostre strutture che hanno organizzato la partecipazione e le assemblee pur avendo a disposizione solo due settimane! Un grazie particolare a Filcams, Fisascat e Uiltucs Lombardia, Milano, Campania e Napoli che ci hanno ospitato ed hanno organizzato le manifestazioni al meglio!

La segretaria nazionale della Fisascat Aurora Blanca ha dichiarato: «Per la prima volta nella storia, la Vigilanza Privata e tutto il settore della Sicurezza hanno fatto due giorni di sciopero consecutivi. Nonostante ci fossero appena due settimane per prepararlo la risposta in termini di adesione è stata altissima con punte dell’80/90% soprattutto nel trasporto valori.

Anche le due manifestazioni, su Milano e su Napoli, hanno visto una partecipazione altissima, nonostante il brutto tempo. Questo è il segnale evidente che abbiamo avuto ragione e che le lavoratrici ed i lavoratori del settore hanno alzato la testa, ma soprattutto che non si sono fatti intimorire dagli atteggiamenti vessatori delle imprese, ne dai loro tentativi di confonderli con le decine e decine di tentativi di precettazione dei giorni scorsi».