Visite agli articoli
8100650

Abbiamo 445 visitatori e nessun utente online

  • Home
  • Uncategorised
  • Lavoro e disabilità, se la PA non rispetta la norma, il collocamento avverrà senza concorso

Benvenuti nel sito di Linklav. Ultime notizie sul mondo del lavoro

Lavoro e disabilità, se la PA non rispetta la norma, il collocamento avverrà senza concorso

mdl

Lavoro e disabilità, se la PA non rispetta la norma, il collocamento avverrà senza concorso

L'importante novità è contenuta nella circolare 7571 del 10 luglio 2018 siglata da ministero del Lavoro, Anpal e presidenza del Consiglio dei ministri: qualora la PA sia inadempiente rispetto agli obblighi previsti dalla legge 68/99, i lavoratori con disabilità saranno collocati direttamente dal centro per l'impiego

27 luglio 2018

ROMA – Importanti novità in arrivo per gli aspiranti lavoratori con disabilità: la Pubblica amministrazione sarà tenuta a rispettare gli obblighi assunzionali, oggi spesso disattesi. Questo, grazie a una “scorciatoia” introdotta dalla circolare 7571 del 10 luglio 2018 siglata da ministero del Lavoro, Anpal e presidenza del Consiglio dei ministri, in relazione alle nuove indicazioni sul collocamento obbligatorio nelle PA dopo la Riforma Madia.
 
Cosa prevede la circolare? Un meccanismo nuovo, appunto, che semplificherà l'accesso alla pubblica amministrazione da parte di lavoratori con disabilità: qualora infatti una Pubblica amministrazione risulti inadempiente rispetto all'obbligo di collocamento previsto dalla legge 68/99, l'assunzione sarà possibile anche senza concorso, direttamente tramite i centri per l'impiego, che attingeranno alle graduatorie del collocamento. In altre parole,il centro per l’impiego potrà sostituirsi alla Pubblica amministrazione in caso di inadempienza o ritardo di questa.
 
Tecnicamente, nel caso in cui la PA non provveda ad inviare il prospetto informativo attestante la copertura delle quote di riserva, oppure quando, ad avvenuta comunicazione, non vengono rispettati i tempi per la copertura delle quote stesse, i centri per l'impiego sono tenuti, d'ora in poi, a contattare l'amministrazione inadempiente, fornendo un preavviso di 30 giorni prima di procedere al collocamento diretto dei lavoratori con disabilità, sulla base delle graduatorie. (cl)